Enologia, enogastronomia e cultura si incontrano nel Monferrato

Redazione MondoPMI
0
0

Il Monferrato è una zona del Piemonte caratterizzata da un territorio, quasi esclusivamente di natura collinare, compreso principalmente all’interno delle province di Alessandria e Asti che è conosciuto in tutto il mondo non soltanto per i suoi splendidi paesaggi, ma anche per i vini autoctoni che qui vengono prodotti. Il Monferrato, infatti, è una delle zone vinicole italiane più famose, soprattutto per quanto riguarda i vini rossi come il barbera, il freisa e il grignolino.

Il clima secco e la particolare conformazione idrogeologica dei terreni, infatti, risultano particolarmente favorevoli alla viticoltura, sicché il vino è un elemento di ricchezza economica per l’intera regione anche in riferimento al turismo enogastronomico molto diffuso nella zona. Le occasioni di soggiorno, infatti, sono moltissime ed adatte a tutti i gusti e a tutte le tasche: si va dai bed & breakfast ai castelli, dagli agriturismi agli hotel di lusso. E nella calda atmosfera delle cantine e dei ristoranti locali è possibile assaporare una tradizione enogastronomica fatta non solo di vini, ma anche di piatti locali molto conosciuti come gli agnolotti al plin, i tajarin, i formaggi, i salumi e il tartufo bianco.

Oltre alla viticoltura e al turismo, importanti per l’economia del territorio sono pure l’agricoltura, l’allevamento e la gastronomia, ma in maniera più limitata è presente anche l’industria, soprattutto Piccole Medie Imprese attive nell’edilizia, nella metalmeccanica e nella trasformazione alimentare.

Centro di questo territorio è la città di Casale Monferrato, dove sorgono alcuni tra i più bei palazzi nobiliari del barocco piemontese, una Sinagoga e Museo di arte ebraica unici in Europa, il Duomo romanico, il complesso di S. Croce, con il Museo civico e l’annessa Gipsoteca dello scultore simbolista Leonardo Bistolfi e l’imponente Castello del Monferrato.