Expo 2015: ecco come richiedere finanziamenti per gli spazi espositivi

Redazione MondoPMI
0
0

In vista dell’Expo, anche le Regione Lazio si prepara a sostenere le PMI locali affinché possano partecipare e mettere in primo piano le proprio eccellenze durante questa importantissima manifestazione.

Saranno a disposizione Finanziamenti alle aziende laziali – a fondo perduto – per la realizzazione di spazi espositivi innovativi connessi alle attività di Expo 2015.

Potranno richiedere il contributo tutte le PMI iscritte al registro delle imprese e in una delle camera di commercio della Regione Lazio ed aventi una sede operativa attiva sul territorio regionale.

Il contributo è esteso a tutte le attività classificate in ATECO 2007 ad esclusione di quelle rientranti nei seguenti settori:

  • Agricoltura, Silvicoltura e Pesca;
  • Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli;
  • Trasporto e magazzinaggio (limitatamente ai codici 49.32 – 49.39 – 49.42 – 52.21 – 53);
  • Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione;
  • Attività finanziarie e assicurative;
  • Attività immobiliari;
  • Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese;
  • Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria;
  • Istruzione;
  • Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze;
  • Organizzazioni ed organismi extraterritoriali.

La richiesta di finanziamento potrà essere presentata dalle PMI che saranno coinvolte nell’organizzazione di eventi, svolti sul territorio regionale, connessi allo slogan di Expo 2015, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

L’iniziativa deve essere realizzata su uno spazio espositivo di almeno 500 metri quadrati, aperto al pubblico per almeno 120 giorni, di cui 70 necessariamente nel corso del 2015. L’effettiva erogazione del contributo è condizionata all’acquisizione di tutte le autorizzazioni necessarie per l’apertura al pubblico.

Il finanziamento andrà a coprire le spese sostenute dalle PMI per la locazione, l’installazione e la gestione dello spazio espositivo. Potranno rientrare tra i costi ammissibili anche quelli legati ai servizi di consulenza offerti da consulenti esterni. In entrambi i casi, comunque, il contributo non supererà mai il 50% dei costi ammissibili.

L’agevolazione verrà erogata sotto forma di contributo a fondo perduto e potrà  raggiungere il valore massimo di 500.000 €.

La domanda potrà essere presentata entro il 23 febbraio 2015 secondo le modalità previste dal bando.

Per ulteriori informazioni si potrà contattare telefonicamente il numero 02.81.67.45 (da lunedì a venerdì ore 10.00-18.00).

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA IMPRESA?[/callto]