Fiera di Milano Rho: un trampolino di lancio per l’Europa

Studio Baldassi
0
0

La Fiera di Milano Rho, con i suoi 345.000 metri quadrati lordi espositivi coperti e 60.000 all’aperto, è uno dei poli fieristici più importanti d’Italia. Gli otto avvenieristici edifici che lo compongono ospitano ogni anno eventi di ogni tipo, dalle fiere ai concerti.

Ideato dall’architetto Massimiliano Fuksas e inaugurato nel 2005, può essere considerato IL progetto scatenante della riqualificazione urbanistica dell’area tra Milano e Rho, un tempo occupata da impianti di produzione industriale.

Fa parte di questo progetto di riqualificazione della zona anche la scelta di investire qui per edificare proprio accanto alla nuova Fiera il sito espositivo che ospiterà l’Expo 2015. I due poli saranno collegati tramite un ponte pedonale sopraelevato di futura realizzazione che renderà agevole lo spostamento delle persone da una zona all’altra, dato che anche la Fiera di Rho sarà un luogo strategico per l’Expo. Poco lontano dalla fiera sorgerà anche l’Expo Village, che ospiterà il personale, i volontari e i rappresentanti dei Paesi e delle aziende espositrici, che in un secondo momento sarà poi riconvertito in residenze e servizi.

Come si può facilmente immaginare, l’Expo 2015 sarà una grandissima occasione per Milano di mettersi in mostra davanti ad una platea sterminata e di dare nuovo impulso all’economia cittadina. Tutta la zona trarrà beneficio dalla manifestazione: basti pensare alle ricadute positive dell’evento sulle Piccole Medie Imprese dell’indotto coinvolto direttamente e indirettamente nell’Expo 2015, come negozi, ristoranti, hotel e bar, ma anche aeroporti, stazioni ferroviarie e strade a pedaggio che le persone utilizzeranno necessariamente durante la manifestazione. Si stima che in vista dell’Expo 2015 anche gli investimenti immobiliari subiranno un’impennata non indifferente.

Che l’Expo 2015 possa essere un ottimo traino per le imprese locali è indubbio, purché le aziende siano disposte ad investire su loro stesse per non farsi trovare impreparate al grande evento.