Finanziamenti alle PMI friulane con la nuova politica industriale

Redazione MondoPMI
0
0

Il 2015 appena iniziato sarà un anno importantissimo per le imprese, al fine di ridare nuovo slancio ad un’economia sempre più provata dal perdurare della crisi economica.

Anche le Regioni, dal canto loro, stanno cercando risorse per attuare finanziamenti alle PMI locali per uscire da questo difficile momento, ed il Friuli Venezia Giulia è stato tra i primi a dare un segnale forte in questa direzione. L’8 gennaio, infatti, la Regione ha portato in aula un’ambiziosa legge di riforma delle politiche industriali, che affronta tematiche di assoluta novità sul piano nazionale.

Il piano prevede finanziamenti alle aziende più virtuose, incentivi fiscali e semplificazioni burocratiche volte ad agevolare le imprese.

La riforma ha il suo cardine nella creazione di un’Agenzia degli investimenti per attirare nuovi capitali, soprattutto dall’estero, con l’obiettivo primario di attrarre nuovi investimenti ed esaltare il territorio grazie all’attuazione di un piano di marketing territoriale.

Forti incentivi garantiti anche alle filiere industriali: sono previsti contributi importanti per i progetti di filiera con aggregazione di almeno cinque imprese per creare, mano a mano, complessi ancora più importanti.

Per promuovere l’imprenditoria giovanile, poi, è previsto anche un concorso, riservato ai giovani fino ai 35 anni d’età, che premierà la migliore idea industriale dell’anno.

Grande rilevanza in questa nuova visione avranno anche i Distretti, che manterranno il loro “ruolo territoriale” pur puntando all’aggregazione di produzioni che fanno parte di filiere simili.

L’obiettivo, ad esempio, è quello di creare un distretto dell’agroalimentare che punti a riunire le eccellenze dei distretti del prosciutto di San Daniele e del Caffè di Trieste.

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA AZIENDA?[/callto]