I buyers cinesi affascinati dalla qualità del Made in Italy

Studio Baldassi
0
0

Le eccellenze del territorio marchigiano hanno da sempre affascinato i buyers provenienti da tutto il mondo. La straordinaria qualità del settore calzaturiero maceratese ha infatti recentemente conquistato 60 imprenditori della provincia cinese di Haining che hanno deciso di investire nel Made in Italy.

L’accordo è stato stipulato con 25 imprese del Maceratese e del Fermano, durante l’evento organizzato dalla Confartigianato Macerata. “Sono felice di esser qui – afferma il vicepresidente della provincia di Haining, Lir Yi – i luoghi sono bellissimi e spero in una lunga collaborazione”. Le basi per sviluppare degli accordi commerciali erano già state messe l’anno passato, ma grazie alle ultime iniziative, il più grande distretto della Cina ha deciso di investire ulteriormente in questo territorio, garantendo così un ricco futuro.

“In questa visita abbiamo visionato diverse collezioni di scarpe e borse, mantenendo l’attenzione su due obiettivi importanti: la ricerca di qualità e la scoperta di marchi degni di nota” ha detto Ren Youfa, presidente della provincia di Haining.
La ricerca della qualità è sempre il primo obiettivo de!li investitori che arrivano in Italia e grazie all’incredibile lavoro delle Piccole Medie Imprese del settore manifatturiero, essi decidono spesso di investire proprio nel nostro territorio così da creare opportunità di crescita e di incentivo all’occupazione.