Il distretto della gomma di Varese supera la crisi e ritorna a crescere

Una delle conseguenze più evidenti della nuova strategia è un aumento dei ricavi, cresciuti del 9% annuo tra il 2014 e il 2017.

Redazione MondoPMI
0
0
Distretto della gomma di Varese

Il distretto della gomma di Varese punta su internazionalizzazione, innovazione e nuove acquisizioni. Grazie alla nuova strategia messa a punto dalle aziende del comparto, il distretto è riuscito a superare il periodo di flessione attraversato tra il 2011 e il 2013, che lo aveva condotto a ad una riduzione degli investimenti, ad una distruzione del valore, ad una scarsa innovazione e ad una perdita di know-how.

La nuova strategia, messa in atto a partire dal 2015, si basa sui seguenti punti di forza:

  • Innovazione dei prodotti
  • Sviluppo internazionale
  • Internalizzazione
Banca Ifis

 

IL DISTRETTO DELLA GOMMA DI VARESE: LE CARATTERISTICHE

Nonostante il periodo di crisi di inizio decennio, il distretto si classifica ancora come uno dei più importanti a livello nazionale per il settore della gomma. Formato da 407 imprese, conta ad oggi quasi 10 mila occupati e oltre 2 miliardi di fatturato. Le aziende che lo compongono si posizionano oltre le media nazionale e generano quasi il 12% dell’export chimico italiano.

GLI EFFETTI DELLA NUOVA STRATEGIA 

Una delle conseguenze più evidenti della nuova strategia è un aumento dei ricavi, cresciuti del 9% annuo tra il 2014 e il 2017. A questo, si accompagna anche un miglioramento dei margini: dal 7,9% del 2011 all’8,5% nel 2018, mentre il peso dell’indebitamento è in riduzione: si è passati, infatti, da un rapporto 1 a 1, ad un rapporto di 0,1. Si è assistito, inoltre, ad un rafforzamento della gestione manageriale nelle aziende e ad un aumento delle acquisizioni di rami d’azienda.

Come ha spiegato il Presidente del gruppo merceologico “Gomma e materie plastiche” dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, Giovanni Orsi Mazzucchelli, l’ostacolo maggiore alla crescita delle imprese è da sempre rappresentato dagli oneri amministrativi e burocratici, che dovrebbero essere snelliti e semplificati attraverso una serie di riforme che non peserebbero sul bilancio pubblico.

LE NOVITÀ SUL DISTRETTO DELLA GOMMA

Negli ultimi anni, il distretto ha adottato un nuovo approccio ai mercati finanziari. La diversificazione delle fonti di provvista ha permesso alle aziende di avere maggiore flessibilità finanziaria e di aumentare gli investimenti, ma soprattutto di arrestare il processo di delocalizzazione e innalzare gli standard qualitativi.

 

Vorresti sapere di più sui distretti industriali? Leggi il nostro articolo per scoprire maggiori dettagli sui distretti che formano il tessuto produttivo italiano.