Il distretto delle tecnologie digitali: la Silicon Valley del Friuli

Il Friuli è considerato una sorta di Silicon Valley che, semestre dopo semestre, costruisce segnali positivi di crescita.

Redazione MondoPMI
0
0
distretto delle tecnologie digitali

Il Distretto delle tecnologie Digitali del Friuli, conosciuto anche come DITEDI, si snoda tra i comuni di Tavagnacco, Udine e Reana del Rojale, ingloba circa 800 imprese del settore dell’Information and Communication Technology e opera dal 2009 con l’obiettivo di aumentarne la competitività e il grado di innovazione. 

IL DITEDI ALLA GUIDA DI PROGETTI D’AVANGUARDIA 

Negli anni il Distretto delle Tecnologie Digitali è divenuto un importante punto di riferimento per quanto riguarda gli ambiti del digitale e delle nuove tecnologie, ed è stato alla guida di numerosi progetti quali:

  • Una dorsale in fibra ottica che collega le zone industriali dei Comuni del Distretto e dalla quale vengono erogati servizi e connettività in banda ultra larga alle aziende e al territorio;
  • Un Centro di Competenza sull’Open Source, unico in Regione e tra i pochi in Italia che promuove la diffusione del software ed hardware open source;
  • Il Knowledge Center, centro della conoscenza, dedicato alla formazione diffusa di una cultura digitale, oltre ad attività di networking tra professionisti e imprenditori. 

 

Banca IFIS Impresa

Il DITEDI si inserisce in un contesto particolarmente stimolante, sia per la presenza dell’attività di ricerca da parte dell’Università di Udine, sia per la forte crescita da un punto di vista qualitativo e quantitativo di imprese orientate alle tecnologie web, Alle tecnologie multimediali e all’ICT. Scopo della rete è aumentare il tasso di innovazione e competitività delle Piccole Medie Imprese che la compongono.

UNO STUDIO SUL DISTRETTO DELLE TECNOLOGIE DIGITALI 

L’ICT è il settore che ha reagito meglio alla crisi economica, e il Friuli in particolare è considerato una sorta di Silicon Valley che, semestre dopo semestre, costruisce segnali positivi.

Le buone notizie sono state recentemente confermate da uno studio che ha esaminato un campione di cento aziende affiliate al Distretto, specializzate in produzione di software, in elaborazione di dati in hosting, in design e in consulenza nel settore delle tecnologie dell’informatica. Il quadro che è emerso dall’analisi del rendimento di queste imprese, ha evidenziato la crescita del fatturato aggregato delle imprese appartenenti al Distretto, e una diminuzione dell’indebitamento assoluto.

Lo studio ha messo inoltre in luce un altro dato significativo: più le imprese sono grandi o fanno rete, e più il Roe sale, a conferma del fatto che i servizi offerti dal Distretto delle Tecnologie Digitali favoriscono lo sviluppo delle imprese legate all’ICT.

Vorresti sapere di più sui distretti industriali? Leggi il nostro articolo per scoprire maggiori dettagli sui distretti che formano il tessuto produttivo italiano.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock