Il distretto della refrigerazione: un’eccellenza per tutto il Veneto

Redazione MondoPMI
0
0

Il distretto che non ti aspetti attraversa tutto il Veneto, da sud a nord, sviluppandosi tra le province di Rovigo, Padova, Vicenza e Belluno: stiamo parlando del distretto del Condizionamento e della Refrigerazione Industriale, coordinato dal consorzio Refricold S.c.a.r.l.

A dispetto di quel che si può pensare, non si tratta di una piccola rete di aziende: si pensi, infatti, che questo distretto industriale ha dato lavoro – nel 2010 – a quasi 137 mila persone distribuite in ben 28.743 aziende di piccole dimensioni (fino a 49 addetti), ma anche in enti pubblici, associazioni imprenditoriali e strutture orientate alla ricerca e sviluppo. Nel 2011, il distretto ha superato i 10 miliardi di euro di export.

Con tali numeri, il Veneto è diventato presto il riferimento in Europa per questo tipo di prodotti, con una capacità produttiva che si avvicina al 60% del fabbisogno totale.

Questo network di imprese si struttura nella filiera del freddo, includendo produttori di grandi impianti per il condizionamento dell’aria, della refrigerazione industriale, commerciale, domestica e ovviamente anche del trasporto refrigerato.

Si tratta dunque di un’eccellenza tecnologica e industriale italiana, con un forte accento sulla specializzazione e sulla ricerca di nuove tecnologie applicate al settore. L’obiettivo è chiaro: i mercati esteri, dominati grazie ad organizzazione e alti standard di qualità.

Nonostante le eccellenti premesse, anche questo distretto non è rimasto insensibile alla crisi: dal 2009 al 2011 il numero di imprese operanti nel distretto è calato del 17%, perdendo un po’ in numero di addetti ma, per fortuna, “resistendo” piuttosto bene in termini di export.

La via principale per recuperare i risultati dei precedenti anni passa attraverso la Ricerca & Sviluppo, pilastro del Distretto del Condizionamento e della Refrigerazione Industriale: una via senza dubbio costosa, che richiede investimenti forti e accesso facilitato al credito, fondamentali per mantenere competitività nello scenario internazionale.