Il Greco di Tufo: una DOCG e i maggiori premi per il vino avellinese

Redazione MondoPMI
0
0

La produzione di vini è un’attività molto diffusa nell’avellinese, dove il vitigno più famoso è senza dubbio il Greco di Tufo. La conferma dell’origine millenaria di questa vite, infatti, è data dal ritrovamento a Pompei di un affresco risalente al I secolo a.C. dove si menziona esplicitamente il “vino Greco”.

La coltivazione del vitigno Greco si è diffusa inizialmente sulle pendici del Vesuvio e successivamente in altre zone della in provincia di Avellino, dove prese il nome di Greco di Tufo.

Si tratta di un vino famoso in tutto il mondo per i suoi profumi che ricordano la pesca e la mandorla amara, che attualmente viene prodotto da poche PMI agricole, soprattutto a conduzione famigliare, in un’area molto limitata, estremamente vocata alla coltivazione della vite, che comprende otto comuni, tutti in provincia di Avellino.

Il Greco di Tufo, infatti, ha ottenuto i più importanti riconoscimenti per la viticoltura nel mondo ed ha anche ottenuto il riconoscimento come vino DOCG. Oltretutto si tratta di uno tra i pochi bianchi in Italia che si presta all’invecchiamento.