Il Montefeltro punta sul turismo con un nuovo progetto interregionale

Redazione MondoPMI
0
0

È ormai pronto a partire il progetto “La Compagnia del Montefeltro” che metterà seduti allo stesso tavolo tutti i 22 comuni dell’area compresa tra Rimini, Pesaro ed Urbino, insieme ad associazioni di categoria ed altri enti pubblici e privati, per il potenziamento del turismo in questo territorio a cavallo tra diverse Regioni.

Punto di forza di questo nuovo progetto è il fatto che per la prima volta sarà possibile ragionare tenendo presente la posizione geografica del territorio in senso più ampio, senza distinzioni tra regioni, comuni e provincie. I principali protagonisti dell’accordo, infatti, sono dislocati a cavallo tra Emilia Romagna, Marche e Repubblica di San Marino.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Il continuo aumento del flusso di turisti degli ultimi anni, attratti da cultura, rocche, castelli e quanto di più può offrire l’entroterra del Montefeltro, infatti, stimola la crescita economica e costituisce un’occasione preziosa di ospitalità per un turismo di qualità. Il passaggio principale del progetto, quindi, è legato alla concretizzazione di una proposta turistica globale che permetta di creare un vero e proprio prodotto vendibile sui mercati nazionali e internazionali.

La chiave di volta per arrivare alla concretizzazione dell’idea dell “Compagnia del Montefeltro”, sta nella volontà di lavorare sinergicamente tra ambito pubblico e privato, operatori del turismo e categorie di settore. Infatti, oltre ai 22 comuni, sono state coinvolte numerosissime altri enti, camere di commercio, comunità montane e associazioni di categoria. Oltre a questi, anche moltissimi privati e molte PMI dell’ambito turistico hanno aderito all’iniziativa: sono circa 200 gli operatori turistici che hanno deciso di impiegare le proprie forze per il raggiungimento di un risultato comune.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock