Il Pecorino Crotonese ottiene il marchio DOP

Redazione MondoPMI
0
0

La già folta lista dei prodotti DOP italiani si allunga ulteriormente portando sul gradino più alto dell’Europa un prodotto davvero unico. Il Pecorino Crotonese ha infatti richiesto e ottenuto dalla Commissione Europea il riconoscimento del marchio DOP (denominazione di origine protetta).

L’attribuzione di DOP a questo prodotto dà lustro al territorio calabrese e tutela possibili imitazioni e contraffazioni estere.

Il Pecorino Crotonese è un formaggio a pasta dura, semicotta, prodotto esclusivamente con latte intero di pecora.

Il latte di pecora impiegato proviene dalla razza Gentile di Puglia, e la sua stagionatura dura fino a due anni. Può essere consumato come antipasto o altri prodotti tipici della cucina calabrese.

Il Pecorino viene impiegato anche come ingrediente in cucina e può essere grattugiato per accompagnare i primi piatti.

La zona di provenienza del latte di produzione e di stagionatura del formaggio Pecorino Crotonese comprende la provincia di Crotone e il territorio di dodici Comuni della provincia di Catanzaro, cioè Andali, Belcastro, Botricello, Cerva, Cropani, Marcedusa, Petronà, Sellia, Sersale, Simeri Crichi, Soveria Simeri e Zagarise; il territorio di tredici Comuni della provincia di Cosenza: Bocchigliero, Calopezzati, Caloveto, Campana, Cariati, Cropalati, Crosia, Mandatoricco, Paludi, Pietrapaola, San Giovanni in Fiore, Scala Coeli, Terravecchia. In questa zona, infatti, sono moltissime le PMI agricole, spesso a carattere strettamente famigliare, che si occupano della produzione di pecorino lungo tutta la filiera casearia.