Il turismo di lusso è sul Lago di Como

Studio Baldassi
0
0

Il Lago di Como è una zona ad altissima vocazione turistica, in particolare di un turismo di alta fascia e prevalentemente straniero. Secondo il Sistema Turistico del Lago di Como la zona può essere suddivisa in quattro aree a cui corrispondono altrettante caratterizzazioni turistiche.

La prima è quella del Lago in senso stretto, che è la locomotiva trainante del sistema turistico locale e registra il 50% di presenze rispetto all’interno territorio, soprattutto di turisti stranieri. In quest’area sono presenti strutture ricettive di elevata qualità per gli amanti del turismo di lusso ma anche molti campeggi.

La seconda area è la Montagna, che invece è il fanalino di coda. In questo caso i turisti sono soprattutto di provenienza nazionale.

L’area del turismo d’affari, invece, si trova in Brianza, ed è – a dispetto delle apparenze – una zona molto battuta. In questa zona, infatti, i turisti sono professionisti che arrivano soprattutto per motivi di business e preferiscono strutture ricettive di fascia medio alta.

Lecco e Como, invece, si caratterizzano per la presenza sia del turismo business sia del turismo leisure.

Indipendentemente dalle aree e dalle tipologie di turisti, comunque, il Lago di Como sembra avere trovato la giusta via per un turismo qualificato, che non si accontenta della vacanza mordi e fuggi ma che cerca anche la qualità. Lo conferma la presenza di alcuni tra gli hotel di lusso più rinomati d’Italia e il fatto che negli ultimi anni il Lago abbia conquistato anche moltissimi estimatori tra i personaggi dello spettacolo di fama internazionale.

Vista la sua particolare posizione, a pochissimi chilometri dalla Svizzera, il Lago di Como gode di una situazione che lo rende una meta privilegiata per il turismo di altissima fascia.