La ceramica di Caltagirone tra tradizione artistica e nuovi stili decorativi

Redazione MondoPMI
0
0

La città di Caltagirone è famosa non soltanto in Sicilia per essere una delle capitali indiscusse della lavorazione della ceramica. Nella sue vie tutto parla di ceramica, dai piccoli dettagli dell’arredo urbano alla maestosa Scala del Monte. Oltre al vasellame, sono elementi di spicco nella produzione locale anche le figure in terracotta, i fischietti e i presepi artistici.

Nelle zone limitrofe alla città, inoltre, sorge il Distretto della Ceramica di Caltagirone, composto da circa un centinaio di imprese che lavorano sia la ceramica artistica in serie, sia i prodotti più artigianali e creativi, caratterizzati da un maggior intervento umano. In quest’ultimo caso, si tratta soprattutto di aziende di piccolissime dimensioni, se non addirittura di botteghe artigiane.

A Caltagirone ha sede anche un importante Istituto statale d’arte ceramica, in cui si sono formati tutti i migliori maestri d’arte che producono ceramiche artistiche in città. Attualmente la produzione di ceramica artistica a Caltagirone sta conoscendo un nuovo periodo di sviluppo, grazie all’arrivo di nuove generazioni di artigiani in grado di portare nuova linfa al Distretto. Oltre ad una generazione di maestri ceramisti espressione della più antica tradizione calatina, si sta facendo strada anche un gruppo di giovani artisti che arrivano da percorsi nuovi e diversi, come scuole di architettura e design che permettono ai ceramisti di questa nuova corrente di dare alle ceramiche di Caltagirone una nuova ed importante forza artistica, aggiornando la tradizione con i canoni più moderni e contemporanei dell’arte.