La Fiera di Genova porta le PMI a Shanghai

Redazione MondoPMI
0
0

Manca ormai pochissimo all’apertura dell’European City a Shanghai. Si tratta del primo reale polo che si dedicherà alla promozione e alla vendita di prodotti di made in Italy  di alta qualità. Sarà quindi possibile anche per le piccole e medie aziende di sbarcare in Cina a tariffe veramente vantaggiose. L’apertura del mercato del made in Italy a Shanghai porterà anche nuovi consumatori cinesi che potranno acquistare prodotti ad un prezzo onesto.

Il complesso di oltre 210 mila metri quadrati realizzato a 25 km dal centro di Shanghai ospiterà 6 padiglioni espositivi, negozi, uffici, edilizia residenziale e un albergo a 4 stelle.

Ci si trova davanti alla prima rappresentanza estera e l’operazione pone le basi di una più importante strategia di internazionalizzazione. L’obiettivo è quello di cercare nuove opportunità di business e crescita anche oltre i confini nazionali.

All’interno del progetto, la Fiera di Genova svolge il compito di individuare e selezionando le aziende italiane con determinati standard qualitativi.

Sono arrivate anche le prime adesioni da parte di realtà associative italiane che rappresenteranno i vari settori merceologici italiani in Cina: Campagna Amica – Coldiretti e Coop alle quali verrà assegnato l’importante onere di far conoscere il comparto food italiano.

Non si tratta quindi di una fiera che terminerà in pochi giorni dal suo inizio, ma di una vera e propria “esposizione semi-permanente” con una durata minima di un anno. I costi di investimento saranno ragionevoli portando ad un contenimento del rischio utile agli imprenditore delle PMI interessate.

Insieme agli spazi espositivi sono stati previsti numerosi servizi amministrativi logistici e per i trasporti al fine di accompagnare le imprese in questo viaggio.