La Reggia di Caserta traina il turismo nella Provincia

Redazione MondoPMI
0
0

La provincia di Caserta è un territorio che non può certo contare su grandi patrimoni industriali, ma che basa la sua economia sulle piccole medie imprese che lavorano nel turismo o che operano in campo agricolo. A Caserta, infatti, esiste una grande produzione di grano, mais, lupini e patate ed è molto praticato l’allevamento dei bufali e bovini, dai quali si ricava il latte per la lavorazione delle celebri mozzarelle campane. Ma è soprattutto dal turismo che Caserta continua a trarre grande sostentamento. La città, infatti, è nata e si è sviluppata intorno alla splendida reggia di Carlo III di Borbone, costruita verso la metà del 1700. Ora la Reggia non è solo un patrimonio da salvaguardare, ma anche una risorsa in grado di dare ossigeno al mondo del lavoro della provincia di Caserta.

La residenza borbonica, comunque, non è l’unica perla storica su cui la provincia può contare: basti pensare al Belvedere di San Leucio, che insieme alla Reggia è inserito nella lista dei monumenti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, il Borgo Medioevale di Casertavecchia in cui si trovano uno splendido Duomo e un impotante castello, l’Anfiteatro romano di Santa Maria Capua Vetere, il Museo Campano di Capua, le oasi naturali che si trovano poco lontane dalla città e gli insediamenti archeologici che nella provincia non mancano, senza dimenticare la splendida costa.

Da anni gli enti locali stanno lavorando ad un progetto di valorizzazione locale basato sulla creazione di un percorso turistico che includa tutti i siti di interesse della provincia, in modo da invitare i turisti a soggiornare di più nel casertano con notevole effetto benefico per le PMI turistiche della zona, come alberghi, ristoranti, agriturismi, negozi e molte altre attività locali.

Negli ultimi anni, grazie all’abbondanza di vini di buona qualità e grazie alle rinomate specialità gastronomiche della zona, a Caserta si è sviluppato anche un importante flusso legato al turismo enogastronomico, che rappresenta per la Provincia, come per il resto d’Italia, una risorsa incredibile. Promuovere le eccellenze del casertano è importante al fine di attrarre sempre più turisti nella zona, in modo da valorizzare anche le altre attività che abbondano sul territorio.

La ricchezza su cui Caserta potrebbe contare è sconfinata. La Reggia può avere una funzione trainante importante, ma le risorse di cui la terra dispone devono essere valorizzate al meglio per dare un nuovo impulso al turismo locale e all’economia che su di esso si basa.