La sfida dell’internazionalizzazione per le PMI Lombarde nel settore automotive

Studio Baldassi
0
0

Il settore dell’automotive lombardo rappresenta il settimo cluster automotive europeo, con più 1.000 aziende, che danno lavoro a circa 50000 persone,  per un fatturato annuo stimato di circa 15-20 miliardi di euro. Il 90% di queste aziende sono Piccole Medie Imprese, fornitori di primo, secondo, terzo livello e rappresentano il 40% del fatturato automotive nazionale.

I punti di forza di queste PMI sono creatività e tecnologia, ma sulle dimensioni rischiano di perdere la scommessa dell’export. Questo è un aspetto da prendere fortemente in considerazione e da superare attraverso una serie di attività mirate.

Il 19 ed il 20 Marzo il Kilometro Rosso di Bergamo ha ospitato decine di meeting tra imprese tedesche, svedesi, russe e indiane da una parte e 16 aziende lombarde, di cui nove bresciane dall’altra. Questi appuntamenti hanno di fatto l’obiettivo di far conoscere nuovi clienti ed orientare la produzione, in modo da incrementare le opportunità di crescita di queste imprese.

Altre attività in aiuto a queste PMI sono previste da “Poli Auto Internazionalizzazione” che organizzerà: corsi di certificazione ISO TS e VDA 6.3 per la qualità delle forniture; modulo formativo “Logistica integrata per l’internazionalizzazione”; modulo formativo “Organizzazione aziendale per l’internazionalizzazione” ed una missione all’estero, in Polonia, per incontrare le principali aziende del settore, in una nazione che è  ormai tra i leader del mercato automotive.