La tradizione secolare dell’oro di Valenza

Le prime realtà produttive impegnate nel settore dell’oreficeria nascono in Piemonte intorno al XIX secolo.

Redazione MondoPMI
0
0
Distretto orafo di Valenza

Valenza, in Piemonte, ospita il più importante distretto italiano dell’oreficeria: da più di 150 anni, la cittadina del Monferrato in provincia di Alessandria, raggruppa artigiani, designer e professionisti dell’arte orafa che con le proprie competenze la rendono una delle più note realtà internazionali del settore.

LE CARATTERISTICHE DEL DISTRETTO ORAFO PIEMONTESE

Il distretto orafo di Valenza comprende più di 1500 imprese che contano quasi 8 mila addetti ai lavori, la maggior parte dei quali impiegati nel processo produttivo.

Anche l’import e l’export toccano numeri elevati: il 70% delle pietre preziose introdotte in Italia è destinato proprio a Valenza, mentre il 65% dei gioielli realizzati viene venduto in 150 Paesi diversi nel mondo, cifra che rende il distretto primo in Piemonte per esportazioni.

Banca IFIS Impresa

 

Ma cosa determina il successo del distretto dell’oreficeria piemontese?

Innanzitutto la sua lunga tradizione, che si è consolidata nel corso del tempo grazie:

  • All’attenzione per la qualità delle materie prime e per la cura dei dettagli;
  • Alla formazione continua degli artigiani;
  • All’evoluzione dei processi produttivi che si avvalgono delle più moderne tecnologie nel campo della progettazione e della realizzazione del gioiello.

Riveste un ruolo fondamentale, nel distretto, anche la formazione di nuovi artigiani del gioiello valenziano, per la quale sono state istituite ben due scuole specializzate: una statale, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Benvenuto Cellini”, e una regionale, “Fora.L.” che si occupano, nel dettaglio, della preparazione di personale qualificato per le imprese.

STORIA DEL DISTRETTO DI VALENZA

Le prime realtà produttive impegnate nel settore dell’oreficeria nascono in Piemonte intorno al XIX secolo, e nell’arco di una decina di anni si moltiplicano fino ad arrivare, intorno agli anni ’20, a circa 40 imprese. Il momento di crescita maggiore dell’artigianato orafo di Valenza si colloca nel secondo dopoguerra, quando le aziende coinvolte nella realizzazione di gioielli erano più di 300 e la città è divenuta il cuore di un distretto che oggi abbraccia anche gli 8 Comuni limitrofi.

Per tutelare e promuovere le attività del distretto orafo piemontese e le sue creazioni, nel 1945 è nata l’Associazione Orafa Valenziana (AOV), che ha dato vita ad uno degli appuntamenti di maggior richiamo per i professionisti e gli operatori del settore: “Valenza Gioielli”, la fiera dedicata all’oreficeria piemontese con focus sulle produzioni del distretto, presentate mediante esposizioni e convegni.

Per approfondire la storia del distretto valenziano, l’associazione Amici del Museo dell’Arte Orafa lavora dal 1988 alla raccolta e catalogazione di oggetti e documenti con l’obiettivo di esporli in un museo dedicato che consenta di ripercorrere la tradizione valenziana dalle sue origini fino ai giorni nostri.

 

Vorresti sapere di più sui distretti industriali? Leggi il nostro articolo per scoprire maggiori dettagli sui distretti che formano il tessuto produttivo italiano.