L’arte del mobile di Bassano, una tradizione antica e piena di fascino

Redazione MondoPMI
0
0

Il distretto bassanese è specializzato nelle produzioni mobiliere (“arte povera”), nel restauro e nella riproduzione di mobili d’epoca, che riprendono antichi modelli d’arredamento sia d’origine francese che italiana e la loro commercializzazione sui mercati italiani ed esteri. Nel tempo la produzione del Distretto del Mobile d’arte di Bassano si è evoluta e diversificata,  infatti si è passati da stili più impegnativi e arditi (settecentesco, impero, filoni di arte liberty) a lavorazioni più squadrate e sobrie (in particolare le espressioni dell’arte mobiliera racchiuse nel termine ‘arte povera’).
Il distretto di Bassano vede una diffusa presenza di piccole imprese e un numero limitato di aziende di taglia più elevata, che hanno conquistato un forte riconoscimento sul mercato.

Quando si parla di Mobile d’Arte si fa riferimento a quel particolare prodotto dell’artigianato artistico di costruzione e restauro dei mobili ad imitazione degli stili settecenteschi. La storia del Distretto di Bassano del Grappa, infatti, nasce con i primi restauratori che intraprendono l’attività di riparare mobili d’arte del ‘600 e ‘700 presenti nelle numerose ville del territorio.

Attualmente si contano nel territorio circa 500 aziende con 5000 addetti. Il profilo dominante del settore è quello delle micro – imprese costituite da un imprenditore concentrato prevalentemente sugli aspetti produttivi (per razionalizzare il processo e contenere i costi) e, a causa delle sue modeste risorse finanziarie, poco attento alle attività di promozione e monitoraggio delle trasformazioni del mercato.