L’asparago bianco di Bassano: un regalo di Antonio da Padova

Redazione MondoPMI
0
0

L’asparago bianco di Bassano è un ortaggio pregiato che ha ottenuto la certificazione DOP nel novembre del 2007, anche se già dal 1980 esiste il Consorzio di tutela dell’asparago bianco di Bassano, natoproprio allo scopo di unire e tutelare le PMI agricole che lo producono.

Nel Bassanese, ove la terra è particolarmente vocata ed il clima mite e ventilato, vengono coltivati asparagi di colore bianco, lunghi tra i 18 e i 22 centimetri e diametro centrale minimo di 11 mm, turioni ben formati, dritti, interi con apice serrato, teneri e non legnosi, di aspetto e odore freschi, come stabilito dal disciplinare di produzione.

Gli asparagi di Bassano hanno un gusto dolce-amaro molto caratteristico, che li rende particolari e adatti alla preparazione di molte ricette in cucina.

L’asparago è originario del bacino del Mediterraneo e dell’Asia Minore, ma la leggenda narra che fu Antonio di Padova a portato a Bassano del Grappa per rabbonire Ezzelino da Romano.