Le calzature antinfortunistiche danno nuova vita al distretto di Barletta

Redazione MondoPMI
0
0

L’industria della scarpa è una di quelle che in Italia hanno più casi di eccellenza, e non sono rari distretti specializzati nella produzione di calzature in tutta la Penisola. Uno dei più particolari è quello di Barletta, in Puglia, dove la specializzazione è legata alla produzione di calzature per il tempo libero, soprattutto in tela e in plastica. Il distretto barlettano, infatti, è volto ad una produzione altamente tecnologica, dove l’uso di macchine ad iniezione di poliuretano permette la realizzazione di calzature casual, da trekking, da jogging e di moda con suole di poliuretano cementate alla tomaia.

Dopo Bari, Barletta è il più importante centro industriale e commerciale della regione, ed, insieme al settore agricolo, quello della produzione di calzature per il tempo libero è uno dei principali asset ecomomici dell’area barlettana. Nella zona hanno sede prevalentemente Piccole Medie Imprese a conduzione famigliare, in parte produttrici di un proprio marchio e in parte imprese terziste produttrici di parti e componenti, di tipo industriale e artigianale.

Nel corso degli anni, poi, molte aziende hanno scelto di diversificare il prodotto attraverso le tecniche di produzione più avanzate, grazie alle quali si è costituito un polo di imprese calzaturiere specializzate nella produzione di scarpe antinfortunistiche. È questa particolare specializzazione, infatti, a fare di Barletta uno dei più importanti poli di produzione di calzature per la sicurezza in Europa e nel mondo.