Le ceramiche di Civita Castellana fanno innamorare gli USA: +2,6% nell’export

Cresce l’export del distretto della ceramica, che registra l’incremento più alto (+2,6%) nel mercato degli Stati Uniti.

Redazione MondoPMI
0
0

Civita Castellana è uno dei centri urbani più importanti del viterbese: oltre a rappresentare un importante polo commerciale, è anche uno dei Comuni più popolosi del territorio ed ospita il noto distretto della ceramica.

DISTRETTO DELLA CERAMICA: SECOLI DI STORIA E TRADIZIONE

Nato in età romana, il distretto di Civita Castellana si è evoluto nel tempo grazie alla sua posizione strategica e allo sfruttamento delle cave locali di argilla del monte Soratte. La vera svolta arriva, però, solo nel XIX secolo quando l’imprenditore Giuseppe Trevisan impianta le prime fabbriche per la lavorazione dell’argilla, e aggancia l’economia locale alla rivoluzione industriale europea.

All’inizio del ‘900, insieme alle stoviglie iniziano ad essere prodotti anche sanitari e arredi per il bagno, che in breve tempo si diffondono nei mercati di tutto il mondo. Quello che prima era un semplice polo produttivo, nell’arco di una trentina d’anni diventa un vero e proprio distretto industriale specializzato nella realizzazione di sanitari in ceramica. Il comparto produce, oggi, più della metà della ceramica sanitaria nazionale.

Banca Ifis

 

IL CENTRO CERAMICA ALLA GUIDA DEL DISTRETTO

Uno dei principali obiettivi che il distretto della ceramica si è posto per gli anni a venire è quello della sostenibilità. A prendere le redini di questo progetto è stato il Centro Ceramica di Civita Castellana: una società consortile che comprende tra i suoi associati le maggiori imprese di produzione del distretto industriale. Il Centro Ceramica è attivo nel campo del recupero dei rifiuti ceramici, e promuove l’introduzione, nelle aziende del distretto, di un impianto per il recupero dei calchi in gesso usati per la realizzazione delle ceramiche sanitarie, nell’ottica della creazione di un’economia circolare e auto-alimentata. Tra le varie azioni portate avanti dal Centro Ceramica ci sono anche la riduzione dei volumi di rifiuti generati dalle industrie, l’utilizzo di materie prime ecosostenibili e il risparmio energetico.

IL TREND DEL DISTRETTO DI CIVITA CASTELLANA

Cresce l’export del distretto della ceramica, che registra l’incremento più alto (+2,6%) nel mercato degli Stati Uniti, e consolida i rapporti commerciali con Germania, Austria, Paesi Bassi, Francia e Spagna. Il 2019 è stato il sesto anno consecutivo con segno positivo, e ha raggiunto il miglior risultato dal 2008. Le ceramiche laziali sono le più apprezzate nei contesti internazionali, come dimostrano anche i numerosi premi riconosciuti alle aziende del distretto.

 

Vorresti sapere di più sui distretti industriali? Leggi il nostro articolo per scoprire maggiori dettagli sui distretti che formano il tessuto produttivo italiano.