L’insalata IGP di Lusia: l’unica lattuga con marchio europeo è in Italia

Redazione MondoPMI
0
0

La provincia di Rovigo è un territorio a fortissima vocazione agricola dove si coltivano moltissime varietà orticole tra le quali l’insalata IGP di Lusia è sicuramente una delle più famose. Si tratta, infatti, dell’unica lattuga con marchio europeo in tutto il panorama dei prodotti tipici comunitari e nazionali.

Conosciuta per le sue doti rinfrescanti e depurative, l’Insalata di Lusia IGP contiene vitamina A e C, calcio e ferro.

La zona di produzione dell’Insalata di Lusia IGP comprende i comuni di Lusia, Badia Polesine, Lendinara, Costa, Fratta Polesine e Villanova del Ghebbo in provincia di Rovigo, ma è compresa anche la provincia di Padova con i comuni di Barbona, Vescovana e Sant’Urbano.

La coltivazione degli ortaggi e dell’insalata in Polesine ha la sua origine nell‘800, in seguito ad una grande alluvione del fiume Adige che ricoprì i territori circostanti di uno spesso strato di sabbia. La formazione di un nuovo suolo molto permeabile costrinse gli abitanti ad abbandonare le colture tradizionali di grano e mais in favore di colture orticole. Le caratteristiche del terreno e la grande abbondanza di acqua consentì di ottenere produzioni di grande qualità sin dai primi anni del ‘900.

La produzione dell’insalata IGP di Lusia e dei molti prodotti agricoli della zona è affidata ad aziende agrarie di piccole dimensioni, quasi sempre a conduzione familiare, che si scontrano con le inevitabili problematiche legate al passaggio generazionale di un’attività che i giovani non vogliono più svolgere.

L’insalata IGP di Lusia è tutelata dal consorzio che è stato costituito nel 2011 da 26 aziende tra produttori e confezionatori di insalata. Il consorzio si propone di tutelare e promuovere il marchio e la qualità del prodotto, sia nella fase della coltivazione che in quella della commercializzazione, con iniziative di formazione e aggiornamento per gli orticoltori aderenti.