Mantova e Verona si contengono il primato nella produzione di riso

Studio Baldassi
0
0

Quella della mondina è una figura divenuta ormai mitica. Canzoni, film, aneddoti e storie parlando di donne che abbandonano i loro affetti per lavorare stagionalmente nelle risaie, con le gambe immerse nell’acqua stagnante e la schiena ricurva a raccogliere il riso. Anche la zona tra la provincia di Mantova e quella di Verona è stata meta dei lunghi viaggi che le donne intraprendevano per raggiungere le risaie in cui avrebbero lavorato per mesi.

La Strada del riso si snoda nella provincia mantovana tra la parte sinistra del fiume Mincio e il confine con la provincia di Verona ed in pochi chilometri regala scenari incredibili. Sebbene la coltivazione del riso a Mantova risalga al cinquecento alla corte dei Gonzaga, la lotta per la miglior produzione con i veronesi non si è mai sopita. Lo dimostra anche il fatto che a pochi chilometri e a pochi giorni di distanza si svolgano due importantissime fiere del riso che attirano migliaia di visitatori ogni anno: una a Isola della Scala (Verona) e una proprio a Mantova. In entrambi i casi si tratta di manifestazioni che danno risalto alle Piccole Medie Imprese che producono riso, in particolare di tipo Vialone Nano.

Se si pensa che queste feste vengano organizzate esclusivamente per mangiare e bere, però, ci si sbaglia di grosso, perchè ogni anno alle classiche serate di degustazione dei risotti locali vengono affiancati momenti convegnistici sulle proprietà del riso, sull’andamento economico del settore, sulle innovazioni dei processi produttivi e sui finanziamenti in favore delle aziende produttrici locali. Lo scopo di queste fiere, quindi, è duplice: da una parte la promozione del prodotto e dall’altra l’aiuto concreto alle attività dei produttori, che ormai non possono più limitarsi esclusivamente alla coltivazione e alla commercializzazione del riso, ma che hanno dovuto ideare nuove produzioni per poter restare al passo con i tempi. Ecco così che nascono le confezioni di riso in porzioni adatte ai single o quelle che contengono già gli ingredienti per il risotto miscelati insieme per poter cucinare piatti prelibati anche in poco tempo.

Per far fronte alle nuove esigenze del mercato, quindi, servono idee in grado di adattarsi ai nuovi consumatori e finanziamenti per realizzarle. Senza adeguati investimenti è impossibile per le aziende poter pensare di modificare la propria linea produttiva per realizzare nuove referenze.