Marchio IGP per l’Olio di Calabria

Redazione MondoPMI
0
0

Ministero e Regione Calabria, ognuno per le proprie competenze, hanno seguito la lunga e preziosa istruttoria che ha portato al riconoscimento IGP per l’Olio di Calabria. Al termine di tale iter, la richiesta è stata valutata positivamente e si è acconsentito a procedere con la pubblica audizione al fine di assegnare il marchio.

L’Assessore regionale della Calabria all’Agricoltura, Foreste e Forestazione, Michele Trematerra, ha comunicato lo scorso 9 Luglio, in seduta pubblica, il riconoscimento della Indicazione Geografica Protetta (I.G.P.) ai sensi del Reg. (UE) n. 1151/2012 “Olio di Calabria“, riservata all’olio extravergine d’oliva ottenuto da olive prodotte esclusivamente da oliveti Calabresi.

Questo blasonato riconoscimento è motivo di orgoglio nazionale. Le PMI del comparto olivicolo Calabrese, infatti, producono addirittura il 33% dell’olio nazionale. L’esportazione dell’Olio di Calabria è aumentata molto nell’ultimo decennio segnando un +180% portando un fatturato notevole nelle casse delle aziende coinvolte nel settore.

L’area coltivata ad olivo in Calabria riguarda una superficie di circa 200 mila ettari e ogni anno in avviene una produzione di circa 10 milioni di quintali di olive da cui si ottengono 2,2 milioni di quintali di olio.

Il compimento di tale progetto ha richiesto la discesa in campo di numerosi protagonisti, come il Comitato Promotore dell’IGP, il Ministero dell’Agricoltura i quali hanno lavorato duramente per realizzare un sogno per l’intera regione.