Melodia del vino, il festival che unisce musica e sapori

Redazione MondoPMI
0
0

Sono sei gli appuntamenti previsti dal festival “Melodia del vino”, la manifestazione di respiro internazionale che unisce musica classica e sapori autoctoni, degustazione di vini di qualità al tramonto con un sottofondo di musica classica, nella cornice delle più suggestive cantine toscane.

Obiettivo dell’elegante evento la promozione del territorio, organizzato per il quarto anno dalla Regione Toscana tramite due bracci operativi: Toscana Promozione e Fondazione Sistema Toscana.

Le location scelte per assaporare vino, prodotti e musica sono quella di Antinori nel Chianti Classico, a San Casciano Val di Pesa (Firenze), progettata da Marco Casamonti; la cantina Petra a Suvereto (Livorno), disegnata da Mario Botta; Rocca di Montemassi a Roccastrada (Grosseto); Castello Banfi a Montalcino (Siena); Rocca di Frassinello a Gavorrano (Grosseto), disegnata da Renzo Piano; Villa San Martino a Portoferraio (Livorno), sontuosa residenza napoleonica.

Se l’offerta enologica si presenta di ottima qualità quella musicale non è da meno, artisti di fama internazionale stanno infatti deliziando in questi giorni il pubblico, e la lista è di grande valore: si va da Marc Laforet (direttore artistico del festival) ad uno dei più grandi violinisti contemporanei, il russo Sergey Krylov; è presente l’Orchestra dei Musici di Parma con Alessandro Quarta Jazz Trio; si esibiscono la giovane pianista cinese Wenjiao Wang e il violinista serbo Nemanja Radulovic; suona inoltre la pianista Susan Manoff.

Il connubio tra musica, paesaggio e vino è partito il 26 giugno e si chiuderà il 6 luglio.