Ottima annata per i vini siciliani che puntano agli USA

Redazione MondoPMI
0
0

Con l’inizio della vendemmia 2014 il Consorzio di Tutela della Doc Sicilia punta sulla qualità dei vini per andare alla conquista del mercato americano. Il mese scorso, infatti, il consorzio ha invitato le PMI produttrici a rivendicare la denominazione per le proprie produzioni di qualità al fine di innalzarne il valore aggiunto e sviluppare la capacità di crescita che il Brand “Sicilia” può generare sul mercato internazionale. Il vino siciliano, infatti, ha tutti i numeri per crescere e conquistare nuove fette di mercato iniziando proprio dagli Usa.

L’America, infatti, è il primo mercato al mondo per vino consumato e proprio qui la Sicilia punta ad ottenere importanti successi, non solo perché già gode di un buon posizionamento (il 9% dei consumatori abituali sceglie già Sicilia), ma anche perché il 54% dei potenziali consumatori americani riconoscono la Sicilia come territorio d’eccellenza nella produzione di vino.

Intanto in Sicilia è iniziata la vendemmia 2014, che lascia ben sperare per la qualità dei vini locali nonostante il calo di produzione dovuto al meteo incerto che ha caratterizzato la primavera e l’estate. Rispetto al 2013, infatti, la produzione è inferiore di quasi il 20%, ma il livello qualitativo, in generale, si presenta ottimale. L’andamento climatico inusuale ha ritardato i tempi di maturazione delle uve, segnando un posticipo di circa una settimana nell’avvio della raccolta, soprattutto nella Sicilia occidentale. Più regolarità in Sicilia orientale, con produzioni che, ad oggi, sembrano confermare il livello quantitativo registrato nella scorsa vendemmia, in particolare nell’area dell’Etna e nei territori della Docg del Cerasuolo di Vittoria.

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA IMPRESA?[/callto]