Produzione industriale, ad agosto è record

Molti i settori in crescita, trainati dall'automotive.

Redazione MondoPMI
0
0
prezzi-alla-produzione

L’agosto 2016 è stato uno dei più caldi degli ultimi anni, non per le condizioni meteo, ma per la produzione industriale che balza al +1,7% rispetto a luglio e al +4,1% rispetto ad agosto 2015.

Secondo Istat che ha pubblicato oggi i dati, facciamo riferimento ad un mese che solitamente vede un livello produttivo molto basso ma che ha portato i valori del trimestre di riferimento un incremento dello 0,4% rispetto al trimestre precedente. Il totale dei primi 8 mesi dell’anno sale così al +1% rispetto allo stesso periodo del 2015.

Produzione di autoveicoli +41,9%

I raggruppamenti principali del tessuto italiano che vedono migliorare le proprie prestazioni mensili sono quelli dei beni strumentali (+6,6%), dei beni intermedi (+3,1%) e dell’energia (+1,4%). Diminuiscono leggermente, invece, i beni di consumo (-0,5%). In termini tendenziali gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano un significativo aumento nel raggruppamento dei beni strumentali (+12,5%) e dei beni intermedi (+7,6%); diminuiscono invece i comparti dell’energia (-4,1%) e dei beni di consumo (-1,3%).

Per quel che riguarda i settori industriali si registra l’impressionante balzo della produzione di autoveicoli al +41,9% rispetto al 2015 e +9,5% rispetto al periodo gennaio-agosto sempre dello scorso anno. Sono dunque i mezzi di trasporto che registrano la maggiore crescita tendenziale (+19,2%) assieme alla metallurgia e la fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+13,6%) e alla fabbricazione di macchinari e attrezzature (+11,7%).

poletti: dati molto positivi

Secondo il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, i dati sulla produzione industriale “sono molto positivi, vanno apprezzati e messi all’interno di un contesto che non è brillantissimo considerati i dati sul commercio estero in sofferenza e vista la nostra componente di esportazione sappiamo che li dobbiamo lavorare con maggiore attenzione”.

Image Credit: shutterstock