Qual è l’andamento del settore vinicolo in Italia?

UniCredit ha raccolto dati relativi agli ultimi 5 anni su un campione di 685 imprese.

Redazione MondoPMI
0
0
Andamento del settore vitivinicolo in Italia

Il settore del vino è in costante crescita. Questo è ciò che emerge dall’Industry Book 2019, lo studio che UniCredit conduce ogni anno su tendenze, dinamiche e prospettive del comparto vinicolo.

I numeri parlano chiaro: il 2018 ha visto 2 mila imprese industriali attive sul territorio italiano, che hanno prodotto in totale 50,4 milioni di ettolitri di vino garantendo all’Italia di mantenere inalterata la prima posizione, conquistata 4 anni fa, nella classifica dei maggiori produttori mondiali di questo bene. Tradotto in euro, le aziende italiane hanno fatturato, lo scorso anno, oltre 11 miliardi di euro, che rappresentano circa l’8% del fatturato nazionale del settore enogastronomico.
La produzione di vino in Italia copre il 17% dell’offerta mondiale ed è cresciuta del 10,5% rispetto al 2017.

Vini DOP e IGP

In crescita la produzione di vino Dop che sale del 21,7% rispetto allo scorso anno. In particolare:

  • I rossi aumentano del 23,4%;
  • I bianchi del 20,5%.

Lenta è, invece, la salita degli Igp che registrano solo un +2,5%.

L’Italia detiene il primato mondiale dei vini certificati IG, con un totale di 523 prodotti etichettati come Dop e Igp, pari al 68% dei vini prodotti sul territorio.
Sempre più in voga sono i vini biologici: le più forti in quest’ambito sono Calabria, la Basilicata e la Sicilia, prime per la quantità di ettari coltivati con viti bio.

EXPORT

L’export porta nelle casse delle imprese vinicole italiane circa 6,2 miliardi in totale, pari al 19,8% della quota mondiale. Cresce il valore delle vendite mentre i volumi esportati rimangono invariati, a conferma di una sempre maggiore qualità del prodotto offerto.

Gli Usa continuano ad essere il primo mercato di sbocco per l’esportazione del vino italiano, seguito da Germania e Regno Unito. Per il 2020 si prospettano come maggiori acquirenti:

  • Per i vini fermi, Cina (previsto un +11,9%), Canada (+6,5%), Giappone (+4,2%);
  • Per gli spumanti, Canada (+18,4%), Usa (+14,6%) e Cina (+12,2%).
Banca IFIS Impresa

 

PERFORMANCE ECONOMICO-FINANZIARIA

Lo studio di UniCredit si è basato sui bilanci depositati nel periodo 2013-2017 da un campione di 685 imprese produttrici di vino. I dati raccolti negli ultimi 5 anni confermano l’andamento positivo del settore, registrando una crescita del fatturato ad un tasso medio annuo del 3,9%: si rileva una migliore performance delle imprese che fatturano cifre superiori ai 5 milioni, mentre le piccole dimostrano una maggiore sensibilità all’andamento del mercato.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock