Rossa, rotonda, piccante: è la melanzana rossa di Salerno

Redazione MondoPMI
0
0

E’ grande quanto una mela, rossa come un pomodoro, ma è una melanzana. Una melanzana rossa, appunto, quella che viene coltivata a Policastro Bussentino, piccolo centro balneare in provincia di Salerno, uno dei pochi luoghi in Italia, insieme alla provincia di Potenza e in particolare il comune di Rotonda, in cui si coltiva il particolarissimo ortaggio.

La melanzana rossa arriva in Italia dalle coste dell’Africa alla fine dell’Ottocento, si ritiene importata da alcuni reduci delle guerre coloniali. Al suo arrivo viene scambiata per un pomodoro, ma ben presto si radica nelle zone del sud Italia, apprezzata per il suo gusto più piccante rispetto alle tradizionali melanzane ma anche perché è l’unica della sua specie a non scurire dopo il taglio, grazie al basso contenuto di acido clorogenico, che consente di mantenere bianca la polpa. Una storia e una tipicità che hanno fatto entrare l’ortaggio tra i prodotti tipici tutelati da Slow Food. Tra le proprietà principali, quella antiossidante, utile per contrastare l’invecchiamento cellulare e quella ipocolesterolemizzante, adatta per chi ha valori troppo elevati di colesterolo.