SAS Forum 2015: conoscere per decidere

Redazione MondoPMI
0
0

Analytics for everyone: è questo il payoff scelto per il SAS Forum 2015, un payoff che riassume al meglio i temi discussi nel corso di una giornata ricca di testimonianze e occasioni di confronto tra addetti ai lavori.

Quasi 2000 persone hanno partecipato all’evento tenutosi a Milano il 22 aprile, molti altri hanno approfittato della diretta via streaming per non perdersi gli interventi degli speaker e i numerosi spunti di riflessione offerti da di chi conduce quotidianamente e con successo il proprio business basandosi sull’analisi dei dati.

La sessione plenaria mattutina è stata avviata da Emanuela Sferco, Regional Marketing Director di SAS, la quale ha voluto fin da subito evidenziare come i dati debbano essere per le aziende l’elemento fulcro attorno al quale far ruotare ogni singola decisione aziendale.

In seguito, tutti gli speaker che si sono avvicendati sul palco del SAS Forum hanno portato la loro testimonianza ribadendo quello che oggi è un tema di fondamentale importanza: la disponibilità di grandi quantità di dati non è più un problema, l’evoluzione tecnologica ha decisamente aiutato in questo senso. La vera sfida è riuscire a cogliere i segnali (più o meno evidenti) provenienti dai dati, interpretandoli per trarre conclusioni che generino valore per il proprio business.

Sky, ad esempio, come ricordato da Stefano Fiorentino, utilizza la mole di dati a sua disposizione per intraprendere campagne di one-to-one marketing, ovvero disegnando azioni mirate a soddisfare le esigenze dei singoli utenti. Il risultato? Tassi di abbandono della piattaforma prossimi allo 0 e soddisfazione dei clienti elevatissima. Un chiaro esempio di come la corretta interpretazione dei dati porti valore sia all’utente che all’azienda.

La conoscenza che l’analisi può fornire diventa, quindi, presupposto per una profittevole conduzione del business. Su questo tema si è espresso anche Giovanni Bossi, CEO di Banca IFIS, il quale ha ripreso le parole di Luigi Einaudi “conoscere per decidere” per sintetizzare al meglio questo concetto: è di vitale importanza favorire una cultura aziendale fondata sullo scambio di informazioni e, di conseguenza, sulla conoscenza condivisa, per poter prendere decisioni di valore per impresa e clienti.

Altro tema affrontato nelle diverse testimonianze è stata la trasformazione delle dinamiche aziendali favorita dal digitale, argomento strettamente correlato ai big data e al data analytics. A questo proposito, Marco Icardi, vicepresidente Central East Europe di SAS, ha ricordato che oggi “ogni business è un digital business”. Con queste parole ha voluto ribadire che chiunque voglia fare impresa con successo al giorno d’oggi non può prescindere dalla digitalizzazione dei processi, la quale rende possibile la raccolta, l’analisi e l’interpretazione dei dati. E questo discorso è applicabile in qualunque settore industriale e indipendentemente dalle dimensioni: in altre parole, anche le PMI saranno chiamate (dal mercato) ad attrezzarsi per intraprendere il percorso verso la data analytics.

In conclusione, cosa resta di questo SAS Forum? Oltre a tanti spunti interessanti di riflessione, è chiara la convinzione che non è più possibile condurre il proprio business ignorando tutto ciò che un’attenta analisi ed una corretta interpretazione dei dati può garantire.