Segnali incoraggianti per le Piccole Medie Imprese di Pavia

Redazione MondoPMI
0
0

Il tessuto imprenditoriale della provincia di Pavia risente da alcuni anni di un andamento negativo generale che ha portato indubbiamente alla chiusura di molte Piccole Medie Imprese del territorio.

Giunge però una notizia incoraggiante per tutte quelle realtà che lottano ogni giorno finanziando la propria azienda e garantendo un posto di lavoro.

Infatti, riguardo la produzione manifatturiera si è registrato un aumento del 3,3% per il primo trimestre dell’anno. Dato interessante anche a livello regionale se si considera che il valore medio della Lombardia nello stesso periodo è stato del 2,6%.

Nonostante il valore positivo, chi si è occupato di queste analisi mette in guardia dal cantar vittoria contro la crisi proprio perché l’aumento ottenuto nel trimestre è dovuto principalmente all’export. Per quanto riguarda invece gli ordini interni, il mercato risulta fermo da molto tempo e solo dei timidi miglioramenti possono lasciar sperare in una ripresa.

Anche dal lato dell’occupazione emergono dati interessanti. Il saldo tra uscite e assunzioni è nullo e allo stesso tempo sono state ridotte sensibilmente le ore di cassa integrazione richieste dalle aziende.

L’analisi è stata condotta direttamente dalla Camera di Commercio di Pavia in collaborazione con Unioncamere Lombardia e le varie associazioni di categoria, proprio per valutare i dati della prima parte dell’anno partendo direttamente da un campione di aziende.

I dati raccolti hanno anche evidenziato una ripresa della produzione industriale, che seppur distante dai livelli pre-crisi, trasmettono sicurezza all’intero territorio pavese.

Alcuni dati nel dettaglio:

  • Medie imprese +6%
  • Piccole imprese +3,7%
  • Grandi imprese -4%

Il dato meno entusiasmante è quello delle grandi imprese che spesso faticano a riprendersi proprio per via dell’ampiezza dei mercati di riferimento. Le considerazioni emerse dall’analisi hanno inoltre appurato che moltissimi settori sono ancora in stallo completo, come quello dell’edilizia che indubbiamente muove e spinge anche moltissimi altri mercati collegati.

Il futuro per l’industria pavese e lombarda è nel segno dell’export, verso nazioni che si stanno riprendendo dalle conseguenze della crisi e che in questo momento hanno deciso di investire nel futuro.

[callto]CERCHI CREDITO PER LA TUA AZIENDA?[/callto]