Settore automotive: i dati del primo trimestre 2019

I risultati raccolti dai principali canali di distribuzione a confronto con l’andamento del settore nei primi mesi del 2018.

Redazione MondoPMI
0
0
settore automotive

Con la fine di marzo è possibile osservare l’andamento del primo trimestre 2019 del mercato automotive, i cui risultati, però, non sono stati propriamente ottimali.

TREND NEGATIVO PER IL MERCATO DELL’AUTO

Nel suo complesso, il mercato auto ha vissuto momenti migliori, per usare un eufemismo, visto che a marzo si è accentuato il trend negativo che aveva caratterizzato l’ultimo trimestre del 2018 e i primi due mesi del 2019. Come si evince dall’analisi “Mercato Auto e Veicoli Commerciali Marzo 2019” di Dataforce, dopo un gennaio molto negativo (Passenger Cars a -7,49%) e un febbraio con una contrazione meno accentuata (-2,34%), a marzo il mercato automotive ha registrato una flessione ancora peggiore: -9,51%.
Le nuove targhe di vetture sono state 194.234, contro le 214.643 del marzo precedente. Un decremento di 20.409 unità, cui hanno contribuito tutti i canali di distribuzione, compreso quello dei privati, che era rimasto in attivo nel primo bimestre. Nonostante questi dati il saldo del trimestre per i privati risulta ancora positivo: hanno acquistato infatti quasi 15.000 vetture in più (+4,95%). In pareggio le vendite business (proprietà e leasing), che hanno fatto registrare finora una flessione di sole 108 unità (-0,4%).
Va decisamente meglio invece per il comparto Light Commercial Vehicles, che ha fatto segnare, come a febbraio, un saldo in leggero attivo: +1,37%. Nel terzo mese dell’anno sono stati immatricolati complessivamente 209.740 veicoli (Passenger Cars + Light Commercial Vehicles), a fronte dei 229.940 del marzo 2018 (-8,78%).

Banca IFIS Impresa

 

ANDAMENTO DEI CANALI DI DISTRIBUZIONE

E per quanto riguarda i vari canali di distribuzione? Il noleggio a lungo termine ha perso il 7,68% (comunque meglio rispetto al -14,69% di febbraio e al pesantissimo -19,16% di gennaio), il breve termine è sceso del 18,49% (dopo un febbraio a -17,98%), le auto-immatricolazioni dei concessionari sono calate del 18,13% e quelle degli OEM del 78,73%.

LE AUTO PIÙ ACQUISTATE DAGLI ITALIANI

Le auto più acquistate dagli italiani nei primi tre mesi del 2019 sono Fiat Panda e Lancia Ypsilon. La prima continua ad essere l’auto più venduta nel nostro paese con una crescita del 17% nel primo trimestre dell’anno grazie a quasi 41 mila immatricolazioni. Nel solo mese di marzo le vendite di Panda sono state circa 14 mila in crescita rispetto allo scorso anno.
Alle spalle della Fiat Panda, troviamo appunto la Lancia Ypsilon che, dopo un 2018 molto negativo, chiude la prima parte dell’anno con un totale di 18 mila esemplari distribuiti ed una crescita percentuale del +35% rispetto ai dati dello scorso anno.
A completare la Top 10 delle auto più vendute in Italia troviamo, con vendite comprese tra 13 mila e 11 mila unità, la Citroen C3, la Volkswagen Polo, la Renault Clio, il SUV Volkswagen T-Roc, la Toyota Yaris, la Jeep Compass, la Fiat 500X e la Dacia Duster.
C’è curiosità, invece, sull’impatto che avrà nei prossimi mesi l’ecobonus, entrato in vigore ad aprile e che permette a chi acquista autoveicoli a ridotto impatto ambientale, cioè con emissioni di CO2 inferiori ai 70g/kmm, di ricevere alcuni incentivi, sotto forma di riduzione del prezzo d’acquisto.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock