Settore food in Italia: aumenta l’export di dolci natalizi

Export per 381,2 milioni di euro con un aumento dell'1,5% rispetto al 2015.

Redazione MondoPMI
0
0
settore-food-italia

Cresce l’export di specialità natalizie quali pandori, panettoni, cioccolato e molto altro. Il food si conferma il settore trainante per il Made in Italy con numeri costantemente in crescita.

I NUMERI

Il 2016 è l’anno dei record: la vendita del settore food all’estero ha registrato circa il 3,3% in più rispetto al 2015 per un totale di 30,9 miliardi di euro incassati tra gennaio e settembre 2016.
Più nello specifico, Confartigianato ha condotto uno studio sull’export di dolci tipici del Natale evidenziando come, nel corso del 2016, si siano registrate vendite per un importo complessivo di 381,2 milioni di euro, con un aumento dell’1,5% rispetto al 2015. I Paesi che si dimostrano particolarmente golosi di pandori, panettoni e dolci Made in Italy risultano essere Francia, Germania e Regno Unito. Il 21,8% di questo export è destinato alla Francia che ha acquistato circa 83,1 milioni di euro di dolci, a seguire troviamo la Germania (19,4%) con circa 73,8 milioni di euro e Regno Unito (11,1%) per 43,2 milioni di euro.
In termini di crescita dell’export, è la Spagna a dominare il mercato, evidenziando un aumento di import dei dolciumi italiani del 19% rispetto al 2015, seguono poi la Germania con un incremento del 18,4%, la Polonia con un +18,3% e la Svizzera con il +15,3%.

[BannerArticolo]

LE REGIONI E LE PROVINCE

E’ il Veneto la regione che domina l’export secondo questo studio: +6,1% da gennaio a settembre. Seguono poi Trentino Alto Adige con una crescita del 5,8% e la Lombardia che registra un +3,5%.
A livello provinciale, la città dominante in ambito export per il food è Roma con il +28,3%, seguita da Padova (+16,2%) e Venezia (+15,7%).

I risultati di tale ricerca sono stati così commentati da Giorgio Merletti, Presidente di Confartigianato: “E’ merito degli ‘artigiani del cibo’ se i nostri prodotti alimentari piacciono tanto in Italia e nel mondo. E’ sempre più apprezzata la qualità tipica delle nostre 90.742 imprese artigiane del settore alimentare, di cui 43.374 imprese specializzate nella pasticceria, che danno lavoro a 154.904 addetti. Un patrimonio economico e di tradizione culturale che va costantemente difeso e valorizzato”.

Image Credit: shutterstock