Sull’Etna a sciare guardando il mare

Studio Baldassi
0
0

Taormina, Naxos, Siracusa, Noto e Catania sono soltanto alcune delle località più famose della Sicilia orientale, che hanno fondato sul turismo gran parte della loro economia. D’altra parte non potrebbe essere altrimenti, vista l’abbondanza di siti archeologici importantissimi, bellezze naturali impareggiabili e centri urbani caratteristici. Senza poi dimenticare l’Etna, che fa da guardia alla parte orientale dell’isola.

Con i suoi 45 chilometri di diametro e i suoi 3340 metri sul livello del mare, infatti, l’Etna è il vulcano attivo più alto ed esteso d’Europa. Sulle sue pendici si trovano anche due stazioni sciistiche, che d’inverno permettono agli sportivi di sciare guardando il mare.

Dalle piste del versante nord, infatti, è chiaramente visibile anche Taormina, che con il suo Teatro Greco è in assoluto una delle mete preferite dai turisti che si recano in Sicilia. La sua incantevole posizione naturale, su un terrazzo naturale a picco sul mare, rende Taormina uno degli angoli più belli del Mediterraneo. Proprio per questo nella zona sono presenti moltissime strutture ricettive di ogni tipo, in modo da poter accogliere i grandi flussi turistici che ogni anno giungono in città.

Poco distante da Taormina, sempre all’ombra dell’Etna, si trova anche Giardini di Naxos,. In questa splendida località convivono bellissimi paesaggi naturali e il Museo archeologico, fiore all’occhiello, dove si possono ammirare i resti della prima colonia greca in Sicilia: tra i vari resti, si osservano tratti delle mura, ruderi di abitazioni e le fondamenta di un grande tempio. Anche Giardini di Naxos offre al turista un’ampia offerta ricettiva, con circa quaranta alberghi e una quindicina di stabilimenti balneari, a servizio delle spiagge affacciate sul Mar Ionio.