Varate le linee di intervento per promuovere l’occupazione nel Piceno

Studio Baldassi
0
0

È stato recentemente stanziato un milione di euro, nel Piceno, per incrementare l’occupazione attraverso incentivi all’uso del contratto di apprendistato. Saranno tre le linee di intervento, che andranno a giovare le piccole medie imprese del territorio e gli under 35 con voglia di fare impresa.

“Ben 190 assunzioni sono state finanziate nella provincia di Ascoli – spiega Alessandra Ragni, rappresentante regionale di Italia Lavoro – le imprese coinvolte operano in tutti i settori dell’attività, dal commercio all’artigianato e sono delle più svariate tipologie dimensionali”.

La prima linea di intervento è appunto quella di finanziare le assunzioni, mentre la seconda, denominata Botteghe di Mestiere, prevede che vengano inseriti 10 tirocinanti per ogni ciclo, alla quale verrà corrisposta una borsa lavoro di 500 euro per sei mesi, mentre all’impresa verrà elargito un contributo di tutoraggio di 250 euro.  I cicli previsti sono tre, il primo si è appena concluso mentre al secondo ci si potrà candidare a partire dal 4 giugno.

L’ultima azione prevista dal progetto ha invece l’obiettivo di incentivare l’imprenditorialità tra gli under 35. Essi potranno infatti beneficiare di un contributo che varia dai 5 ai 10 mila euro nel caso intendano rilevare un’impresa appartenente ad una persona con più di 55 anni.

“Queste azioni intendono stimolare in modo particolare i giovani a mettersi in gioco – spiega Piero Celani, presidente della provincia –  cercando di dare vita ad una propria attività. Questo è ciò di cui abbiamo bisogno, affinché possano rivitalizzarsi quelle piccole imprese artigiane che sono state tanto importanti per lo sviluppo del nostro territorio”.