Apertura start-up innovativa: ecco come fare

Nuove pratiche anche online per velocizzare l'iter.

Alberto Liviero
0
0
apertura-startup-innovativa

A partire dallo scorso 20 luglio è, a tutti gli effetti, operativa la nuova procedura attraverso la quale è possibile redigere e sottoscrivere con la firma digitale gli atti costitutivi e gli statuti delle start-up innovative in forma di società a responsabilità limitata. La procedura è attivabile direttamente dalla piattaforma startup.registroimprese.it. Ferma restando la possibilità di rivolgersi al notaio per la costituzione della società per atto pubblico.

CREAZIONE ACCOUNT

Il primo passo consiste nella creazione di un account Telemaco, essenziale per la compilazione ed invio della pratica al registro delle imprese, registrandosi al sito http://www.registroimprese.it.

La startup deve inoltre dotarsi di un indirizzo PEC e di un sito web che siano riferibili univocamente alla stessa e che dovrà essere indicato nella domanda di iscrizione da trasmettere al registro delle imprese, unitamente alla PEC dei sottoscrittori degli atti. Infine è necessario dotarsi di un dispositivo di firma digitale, la CNS per sottoscrivere digitalmente il modello. È possibile farne richiesta alla Camera di Commercio o ad altro soggetto autorizzato all’emissione.

COMPILAZIONE ATTO COSTITUTIVO E STATUTO

Il modello è costituito da due sezioni rispettivamente per l’atto costitutivo e per lo statuto. Entrambe le sezioni, compilate nelle parti obbligatorie e facoltative, devono essere sottoscritte con firma digitale dai contraenti. Eventuali documenti allegati al modello devono essere in formato PDF/A1.

REGISTRAZIONE FISCALE

Completata la compilazione e sottoscrizione con firma digitale dei due documenti elettronici si deve provvedere alla registrazione fiscale, fornendo all’Agenzia delle Entrate, oltre all’atto costitutivo ed allo statuto firmati digitalmente, i seguenti ulteriori documenti: il file PDF contenente la “Rappresentazione a stampa dell’originale informatico” scaricabile dall’Applicazione; il modello 69 (richiesta di registrazione fiscale) e la ricevuta di avvenuto pagamento delle imposte dovute (imposta di registro ed imposta di bollo). 

[BannerArticolo]

INVIO AL REGISTRO IMPRESE

Il modello firmato e registrato fiscalmente deve essere trasmesso all’ufficio del registro delle imprese con una pratica di Comunicazione Unica di richiesta iscrizione società allegando:

  • la ricevuta di registrazione fiscale rilasciata dall’Agenzia delle Entrate;
  • il modello di autocertificazione del possesso dei requisiti di startup innovativa;
  • l’eventuale bilancio previsionale firmato digitalmente dal legale rappresentante, nel caso in cui si autocertifichi il possesso del requisito inerente alla destinazione del 15% in spese di ricerca e sviluppo rispetto al maggiore tra i costi e valore totale della produzione;
  • l’eventuale documento di descrizione dell’impatto sociale, nel caso ci si qualifichi come startup a vocazione sociale.

Infine, in aiuto dei futuri imprenditori in questo nuovo e importante adempimento, fino al 13 dicembre 2016 è disponibile un servizio gratuito di assistenza, attraverso il quale la Camera di Commercio potrà offrire il supporto necessario per la costituzione della startup, dalla verifica della correttezza del modello di costituzione fino alla trasmissione della pratica di Comunicazione Unica al registro delle imprese. Attenzione, l’assistenza non entrerà nel merito delle scelte effettuate delle parti opzionali del modello.

Image Credit: shutterstock