Bandi regionali per le PMI al via in Lazio e Veneto

In arrivo finanziamenti regionali volti alla riduzione delle emissioni e all'acquisto beni strumentali.

Laura Aglio
0
0
bandi-regionali

 

Il 10 dicembre 2015 una data importante per i bandi regionali alle imprese italiane. Mentre per l’area metropolitana di Venezia e per il Polesine il concorso è destinato alle piccole, medie e microimprese a sostegno di investimenti innovativi e di ammodernamento in tema di competitività e di sviluppo, per le PMI del Lazio si aprirà un’opportunità per il miglioramento dell’efficienza energetica o la produzione di energia rinnovabile grazie allo Smart Energy Fund.

BANDO BENI STRUMENTALI 2015: 500mila euro PER LE PMI DI ROVIGO E VENEZIA a sostegno di percorsi di sviluppo, innovazione e ammodernamento

Cosa finanzia: investimenti rivolti all’acquisto di beni strumentali, strettamente connessi all’attività dell’azienda e regolarmente iscritti nella contabilità aziendale

Ambiti di intervento: sono ammissibili spese sostenute per interventi relativi a impianti, macchinari, beni strumentali d’impresa e attrezzature/arredi ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali finalizzati esclusivamente all’esercizio dell’attività imprenditoriale, salvo esclusioni specifiche da bando (art. 12) e esclusi i costi relativi a commesse interne, spese relative a macchinari, impianti e attrezzature in comodato o noleggiati, spese di funzionamento, spese relative a imposte e tasse, spese per acquisto scorte.

Beneficiari: imprese di micro, piccola e media dimensione dei territori delle province di Venezia e Rovigo

Risorse: 500.000 euro – il contributo concesso a ciascuna impresa sarà pari al 30% delle spese ammissibili, fino ad un massimo € 10.000,00 (non importo inferiore ad € 3.000,00)

Tipo di agevolazione: contribuito per la copertura di spese fatturate e sostenute a partire dal 20 luglio 2015

Termini e modalità: dalle ore 12.00 del 16 novembre alle ore 12.00 del 10 dicembre 2015 (rendicontazione entro il 31/03/2016) in via telematica http://webtelemaco.infocamere.it/newt/public.htm.

Bando: Link 

 

LAZIO: SMART ENERGY FUND, fondo di ingegneria finanziaria per ridurre le emissioni delle PMI

Cosa finanzia: investimenti per la riduzione delle emissioni delle PMI, comprese le attività commerciali e artigiane; investimenti in efficienza energetica e per la produzione di energia, finalizzati – anche in parte – all’autoconsumo, riguardanti immobili esistenti e con destinazione d’uso non abitativa

Ambiti di intervento: investimenti semplici (Pannelli Solari termici, Caldaie a condensazione, Sostituzione serramenti e infissi, installazione apparecchi a LED, fotovoltaico, impianti a biomassa legnosa, pompe di calore elettriche per la produzione di ACS, pompe di calore elettriche per il condizionamento con potenza inferiore ai 12 kW, Condizionatori ad aria ad alta efficienza con potenza inferiore ai 12 kW); investimenti complessi per la riduzione dei consumi di energia primaria nella misura minima del 10% annuo rispetto alla media degli ultimi due anni; investimenti che migliorino di almeno una classe la prestazione energetica generale dell’edificio o unità immobiliare oggetto dell’intervento; altri impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili a scala ridotta (capacità istallata inferiore a 500 kWp); impianti ex novo per la cogenerazione ad alto rendimento, come definita all’art. 2 (34) della Direttiva 2012/27/UE.

Beneficiari: PMI del Lazio

Risorse: plafond di 15 milioni di euro (a valere sulla Programmazione 2007-2013) – investimento minimo 10 mila euro e non superiore a 1 milione di Euro; concessione di mutuo a tasso zero, che per importi fino a 500 mila euro non necessiterà di un cofinanziamento e potrà essere restituito in 5 anni, mentre per gli importi superiori a 500 mila euro e fino a un massimo di 1 milione dovrà essere presente il contestuale cofinanziamento di una banca

Tipo di agevolazione: prestiti agevolati ricevuti a valere sul fondo Smart Energy (in sinergia con gli incentivi statali) o agevolazione in forma indiretta, tramite un soggetto terzo (FTT Provider), che ottiene il prestito agevolato e realizza il programma di investimento, trasferendo all’impresa beneficiaria il beneficio del tasso agevolato e dell’efficientamento energetico.

Termini e modalità: dalle ore 9 del 10 dicembre 2015 (click day) – domanda da presentare in via telematica compilando l’apposito formulario sul SITO.