Bolletta elettrica: sconto di 2 miliardi alle PMI

Studio Baldassi
0
0

Che i costi per la fornitura di energia siano troppo elevati per le Piccole Medie Imprese non è una sorpresa. Al nostro Paese infatti è riconosciuto il triste onere per le aziende di dover far fronte ad un costo per la bolletta elettricafortemente superiore alla media europea.

Il motivo di tale valore eccessivo è dettato principalmente da:

  • il valore degli approvvigionamenti dell’energia a livello nazionale;
  • la gravosa imposizione fiscale volta a finanziare altre politiche pubbliche, spesso poco inerenti con le Piccole Medie Imprese

Il peso della spesa energetica in italia, che pone le aziende nella situazione di dover pagare la bolletta ha reso necessario l’intervento governativo.

Nel Decreto del fare 2 infatti, è prevista l’emissione di bond per un valore complessivo di 3 miliardi, con l’intento di ridurre l’impatto sulla bolletta degli incentivi alle rinnovabili, con l’obiettivo di ripartirlo in uno sconto di circa due miliardi per le Piccole Medie Imprese.

A livello tecnico, l’idea del governo è quella di finanziare con bond di 3 miliardi di euro e rendita del 4% annuo la diminuzione della componente A3 dell’imposta, con il contestuale allungamento del periodo degli incentivi per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili.

[callto]Cerchi credito per la tua azienda?[/callto]