Buone notizie per le PMI: in anticipo le nuove norme sui pagamenti della Pubblica Amministrazione

Studio Baldassi
0
0

Si stanno progressivamente delineando le nuove norme sui pagamenti della pubblica amministrazione. Secondo quanto indicato dalla Direttiva Europea, l’Italia ha tempo sino a marzo 2013 per adeguarsi alle tempistiche previste a livello comunitario, ma il governo ha fatto intendere di essere propenso ad anticipare l’entrata in vigore.

Questa intenzione è confermata anche da Giuseppe Mussari, Presidente dell’ABI, che dopo un recente incontro con l’esecutivo ha confermato che le posizioni tra gli operatori del settore sono molto vicine e ci si può aspettare di concludere l’iter legislativo entro il prossimo novembre, dando la certezza dei tempi di pagamento sui crediti dovuti dalla Pubblica Amministrazione.

Il tema è stato molto sentito nell’ultimo periodo, tanto da indurre diverse Piccole Medie Imprese a soffrire la distanza temporale tra la prestazione del servizio all’ente pubblico ed il compenso. Oltre a limitare fortemente l’operatività gestionale, la mancanza di liquidità a breve ha ridotto la competitività di molte aziende, imponendo loro di ricorrere al finanziamento alle imprese piuttosto che utilizzare il circolante per gli impieghi di breve termine.