Emissione delle fatture: dal 2013 si cambia

Studio Baldassi
0
0

Novità normative per le imprese: la Direttiva europea 45/2010, che entrerà in vigore il prossimo 1 gennaio 2013, indica le nuove modalità di redazione della fattura e ne semplifica il suo utilizzo.

Le linee guida di questa variazione legislativa si identificano nella necessità di ridurre il peso dei costi burocratici nella gestione ordinaria dell’azienda. Spesso infatti gli obblighi normativi, seppur necessari, rischiano di rallentare notevolmente la normale attività al punto che la sburocraticazione dei rapporti con la Pubblica amministrazione è considerata un passo fondamentale nel processo di crescita e superamento della crisi.

Vediamo nel dettaglio quali sono le disposizioni introdotte dalla Direttiva:

    • Variazione dell’obbligo di emissione

 

Pur considerando che sulla redazione del documento fiscale valgono le norme nazionali, a livello comunitario sarà resa possibile la non obbligatorietà dell’emissione per acconti su cessioni di beni avvenute con un fornitore estero appartenente alla Comunità Europea. Inoltre, per lo stesso principio, non sarà richiesta nemmeno per prestazioni di servizi finanziari, assicurativi e relativi al credito (fatto salvo diverse disposizioni degli Stati membri che possono legiferare diversamente per gli scambi avvenuti all’interno del proprio territorio)

 

  • Semplificazione delle informazioni presenti

 

La Direttiva Europea prevede anche, in casi particolari, la riduzioni delle informazioni presenti sui documenti fiscali. Questo in due casi particolari: quando l’importo della stessa non supera il valore di 100 euro (o equivalente nella valuta nazionale) oppure la stessa è una “nota di variazione“.
Gli elementi da indicare nella fattura semplificata sono: soggetto che effettua la prestazione o il servizio, tipo di bene ceduto o servizio reso, IVA da pagare.

 

  • Utilizzo di mezzi di comunicazione elettronici

 

Dal nuovo anno è previsto anche lo sviluppo della fattura elettronica, attraverso la rimozione di tutti i vincoli tecnici che impediscono la verifica della veridicità del documento emesso. L’utilizzo della tecnologia permetterà un risparmio nei costi di gestione ed un aumento della competitività delle aziende, soprattutto quelle con meno dipendenti come le Piccole Medie Imprese.