Fondi europei: i professionisti come le PMI

Anche i liberi professionisti potranno candidarsi ai bandi regionali e nazionali

Redazione MondoPMI
0
0
fondi-europei

Liberi professionisti ed imprese hanno la stessa forza nella fase di accesso ai fondi europei. E’ questo in sostanza il significato del comma 475 dell’emendamento alla legge di stabilità che è stato approvato nei giorni scorsi dalla Commissione Bilancio del Senato. La normativa arriva in ottemperanza delle Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE e il Regolamento Ue 1303/2013 che già 2 anni fa avevano decretato la fine delle distinzioni giuridiche tra le PMI e i professionisti, considerando “impresa” qualsiasi entità svolga un ‘attività economica.

Da qualche giorno, quindi, i liberi professionisti potranno aderire ai piani operativi regionali e nazionali dell’FSE (Fondo Sociale Europeo) e del FESR (Fondo Europeo Sviluppo Regionale) programmati da oggi fino al 2020.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, che dopo l’attuazione dell’emendamento vede grandi opportunità di crescita di un settore economico strategico per lo sviluppo economico e sociale del Paese.

Image Credit: Shutterstock