Gare pubbliche: come migliorare la condizione delle PMI

Studio Baldassi
0
0

Il divario tra Piccole Medie Imprese e grandi industrie si sente maggiormente quando si tratta di gare e appalti pubblici. Le dimensioni aziendali, cosi come la regolamentazione che le mette sullo stesso piano, gioca a sfavore delle PMI che si ritrovano a dover gareggiare con delle realtà maggiormente strutturate e con delle competenze materiali ed immateriali decisamente più delineate. Un problema noto da tempo, ma che negli scorsi giorni ha sollevato una discussione tra i politici della Regione Lazio, che hanno dato avvio ad una discussione bipartisan divenuta di carattere nazionale, volta a migliorare la competizione delle PMI nelle gare pubbliche.

Supportato dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio, Angelo Camilli, Presidente della Piccola Industria di Unindustria Lazio, sta preparando un documento che riesca a ridurre al minimo le differenze tra grandi e piccole aziende nei concorsi della Pubblica Amministrazione. La relazione si basa principalmente su tre punti programmatici:

  • la riduzione degli appalti di grandi dimensioni in lotti più piccoli. Misura che garantirebbe la partecipazione e la competizione di PMI su ogni singolo lotto;
  • la possibilità di riservare dei determinati contratti pubblici alle aziende meno strutturate, con una percentuale di appalto dedicato proprio a queste. Pratica già testata negli Stati Uniti, dove la soglia di partecipazione riservata alle PMI è pari al 23%, e in Francia, con il 15% in ambito tecnologico;
  • il ricorso all’obbligo di subappalto, dove per gli appalti che superano una certa soglia, la grande azienda sia obbligata a rendere disponibile una determinata quantità dello stesso a una o più piccole imprese.

Una proposta che vuole dunque permettere la crescita e la competitività delle Piccole Medie Imprese, una soluzione capace di  superare il periodo di crisi che sta limitando l’operatività delle aziende e che potrebbe generare un incremento dell’indotto generato per il territorio dove opera la  PMI.