I ritardi nei pagamenti fiscali delle PMI

Studio Baldassi
0
0

Uno dei parametri che evidenziano la difficoltà nella quale versano ancora molte Piccole Medie Imprese è data dal ritardo con il quale le stesse procedono al pagamento dei debiti fiscali.

Secondo una analisi formulata da Unimpresa infatti, il dato allarmante è che ben 4 aziende su 5, in particolare quelle di piccole dimensioni, sono in ritardo con i pagamenti fiscali. Lo scorso 16 maggio infatti, giorno di scadenza di molti pagamenti fiscali, si è segnato un nuovo record, tutt’altro che rassicurante. Secondo quanto emerge dall’analisi, ben l’81.3% delle PMI non è in regola con i pagamenti, dato molto superiore rispetto a quanto segnato in aprile, dove la percentuale era quasi 5 punti percentuali inferiore e si attestava al 76.5%.

Emerge dunque una fotografia tutt’altro che rassicurante, che se vista a livello quantitativo fa ancora più pensare: su un  totale di 122 mila aziende associate, oltre 99 mila non hanno i conti in ordine per quanto riguarda i termini previsti per il versamento di tasse e contributi all’amministrazione finanziaria. Necessario dunque porre rimedio alla gestione quotidiana della propria attività, cercando di favorire la liquidità aziendale, capace non solo di garantire il pagamento dei tributi, ma anche di far fronte agli impegni di breve periodo, come lo stipendio dei propri dipendenti.

[callto]Cerchi credito per la tua azienda?[/callto]