Le scadenze fiscali di luglio per PMI e liberi professionisti

All’inizio del prossimo mese verranno introdotte delle novità: lo scontrino elettronico e l’entrata a pieno regime della fatturazione elettronica.

Redazione MondoPMI
0
0
scadenze fiscali luglio

Luglio sarà un mese denso di appuntamenti con il fisco: dall’invio del modello 730, fino al pagamento della prima rata della rottamazione ter 2019 e al versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche del secondo semestre.

Le novità del prossimo mese

Ma prima di analizzare nel dettaglio tutte le scadenze fiscali in programma per i prossimi 30 giorni, annunciamo le due novità che saranno introdotte a partire da lunedì 1° luglio:

Lo scontrino elettronico

La memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri diventerà obbligatoria:

  • dall’1 luglio 2019 per tutti i negozianti con volume d’affari superiore ai 400.000 euro
  • dall’1 gennaio 2020 per tutti gli altri commercianti che certificano le proprie operazioni mediante rilascio di scontrino o ricevuta fiscale.

Saranno esonerati tabaccai, giornalai, tassisti e soggetti che effettuano operazioni marginali.

La fatturazione elettronica

Sono trascorsi i 6 mesi di moratoria concessi ai titolari di partita Iva per familiarizzare con la nuova modalità di fatturazione. A partire dal prossimo mese, la fattura elettronica dovrà essere emessa entro il termine di 12 giorni dalla data di effettuazione delle operazioni. In caso di emissione tardiva, il ritardo verrà punito con sanzioni stabilite dall’articolo 6 del Decreto legislativo del 18/12/1997, che possono andare dai 250 ai 2 mila euro.

 

Banca Ifis

 

Il calendario fiscale di luglio

 Quali sono, dunque, le principali scadenze fiscali in programma per il mese di luglio che PMI e liberi professionisti non possono assolutamente dimenticare?

1 luglio

  • Versamento delle imposte sui redditi per tutti i titolari di partita Iva, ossia del saldo 2018 e dell’acconto delle imposte emerse dalla dichiarazione dei redditi 2019. È possibile versare la somma dovuta fino al 30 luglio, con una maggiorazione dello 0,4%. Questa scadenza non riguarda i soggetti che applicano i n