Le scadenze fiscali di maggio 2021

Gli appuntamenti con il Fisco di maggio, tra richieste di contributi a fondo perduto e versamenti periodici.

Redazione MondoPMI
0
0
scadenze fiscali maggio 2021

Quali sono gli adempimenti in scadenza a maggio 2021 e quali i termini da ricordare?

 

Banca Ifis

 

I principali adempimenti fiscali del mese di maggio

Oltre ai consueti adempimenti che si ripetono con cadenza mensile, nel mese di maggio si concentrano alcune importanti scadenze da segnare in agenda.

È fissato per il 17 maggio il versamento dell’imposta sui servizi digitali, il primo della cosiddetta web tax introdotta in Italia. Sono tenute al versamento dell’imposta le imprese multinazionali che operano nel settore digitale e che nel 2020 hanno realizzato vendite per oltre 750 milioni di euro in tutto il mondo, di cui almeno 5,5 milioni di euro in Italia. L’imposta dovuta è calcolata applicando un’aliquota del 3% sui ricavi realizzati.

I professionisti e le imprese che sono interessati a richiedere il contributo a fondo perduto stanziato dal DL Sostegni devono presentare la domanda entro il 28 maggio. Hanno diritto al contributo le attività che nel 2019 hanno fatturato meno di 10 milioni di euro e che nel 2020 hanno avuto un calo di fatturato di almeno il 30%. Per le partite IVA aperte nel 2020 il contributo è riconosciuto in automatico, senza dover dimostrare il calo di fatturato.

A fine mese scade invece il termine per la presentazione della domanda di accesso al contributo INPS da 2.400 euro riconosciuto a favore dei lavoratori stagionali, del turismo e dello spettacolo.

Le date degli appuntamenti con il Fisco

Il calendario degli adempimenti fiscali per il mese di maggio 2021 è ricco di date:

  • il 3/5 scade il termine per il versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione e affitto;
  • il 10/5 le banche devono versare l’imposta di bollo sugli assegni circolari emessi, mentre i contribuenti troveranno nel proprio cassetto fiscale il 730 precompilato predisposto dall’Agenzia delle Entrate;
  • il 17/5 le imprese soggette alla web tax dovranno versare l’imposta sui servizi digitali; i sostituti d’imposta devono provvedere al versamento delle ritenute IRPEF e dei contributi INPS; i soggetti passivi IVA devono invece presentare la dichiarazione IVA mensile o relativa al primo trimestre del 2021;
  • il 25/5 è fissata la consueta presentazione degli elenchi Intrastat;
  • il 28/5 scade il termine per presentare la richiesta dei contributi a fondo perduto previsti dal DL Sostegni;
  • il 31/5 è necessario procedere con la Lipe del primo trimestre; scade il termine per la presentazione della domanda del bonus INPS da 2.400 euro; bisogna provvedere al versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche (il versamento è dovuto solo se l’importo dell’imposta da versare supera i 250 euro. Nel caso in cui non si raggiungesse questa soglia il versamento sarebbe rimandato al secondo trimestre o ai trimestri successivi). Infine, scade la proroga riguardante il rinvio dei versamenti INPS, IRPEF e IVA prevista dalla Legge di Bilancio 2021 a favore degli enti sportivi. Questi soggetti possono decidere se versare quanto dovuto in un’unica soluzione oppure se rateizzare i versamenti.