Le scadenze fiscali di luglio per i contribuenti

Ultimi giorni per assolvere i propri adempimenti fiscali

Redazione MondoPMI
0
0

I contribuenti che devono ancora provvedere ad equilibrare la propria posizione nei confronti del Fisco dovranno affrettarsi poiché le scadenze fiscali di luglio sono ormai alle porte. Questo mese infatti porta con sé 187 scadenze fiscali che, per non incorrere in sanzioni aggiuntive, i contribuenti dovranno rispettare severamente. Il termine ultimo della presentazione degli adempimenti fiscali si concentra perlopiù nella seconda metà di luglio: dal 1 agosto al 4 settembre invece il Fisco sospenderà le procedure per una pausa estiva.

Le scadenze fiscali di luglio che sicuramente coinvolgono un bacino più ampio di contribuenti e intermediari sono:

  • dichiarazione dei redditi
  • rottamazione delle caselle esattoriali
  • voluntary disclosure bis
  • acconti d’imposta
  • Modello 770

Più in dettaglio le singole scadenze fiscali di luglio e le informazioni fondamentali da non farsi sfuggire.

DICHIARAZIONE DEI REDDITI E MODELLO 730

Un appuntamento annuale fisso per detentori di redditi è la presentazione del Modello 730: il modello precompilato, compilato autonomamente o con l’aiuto di un professionista abilitato, deve essere inviato entro il 24 luglio all’Agenzia delle Entrate.

ROTTAMAZIONE DELLE CASELLE ESATTORIALI

Per i contribuenti e per gli intermediari abilitati che devono fare il conto con cartelle esattoriali rottamate invece la scadenza è fissata per il 31 luglio. Per questa data è previsto il pagamento della prima o unica rata della rottamazione per sanare la propria posizione con il Fisco. Nel caso si tratti della prima rata, la somma rappresenta il 24% dell’importo totale da pagare: le successive scadenze fiscali risalgono a settembre e novembre del 2017, ed ad aprile e settembre del 2018. Il ritardo nel pagamento del 31 luglio comporta l’esclusione dalla procedura agevolata di rottamazione delle cartelle esattoriale, utilizzando le normali modalità di riscossione per le somme ancora da versare.

[BannerArticolo]

VOLUNTARY DISCLOSURE BIS

Anche il termine massimo per la procedura di voluntary disclosure è previsto per il 31 luglio: la scadenza interessa i detentori di patrimoni esteri e italiani illeciti, la cui proprietà non è mai stata dichiarata al Fisco. Questi soggetti hanno quindi la possibilità di regolarizzare la propria posizione denunciando la violazione dei propri obblighi all’Amministrazione Finanziaria.

ACCONTI D’IMPOSTA

La prima rata degli acconti d’imposta, come Irpef, ACE (Aiuto nella Crescita Economica) e cedolare secca, deve essere versata entro il 31 luglio con una maggiorazione dello 0,40% rispetto all’importo calcolato in data 30 giugno. Il completamento del pagamento rateale deve essere effettuato entro novembre.

MODELLO 770

Per quanto riguarda invece il Modello 770, la presentazione è stata prorogata al 2 ottobre, così da permettere ai commercialisti di concentrarsi maggiormente sulle scadenze fiscali di luglio relative al Modello 730.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock