Legge di Bilancio 2019: le novità fiscali per le PMI

Proroghe per iperammortamento e bonus Formazione 4.0

Redazione MondoPMI
0
0
legge bilancio

Prorogati iperammortamento e bonus Formazione 4.0: ecco cosa prevede la Legge di Bilancio 2019.

Iperammortamento fino al 250% del valore dei beni strumentali

Nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2019 è stata inserita anche la norma che proroga la validità della misura dell’iperammortamento. Rispetto agli scorsi anni cambiano le percentuali massime di ammortamento, a seconda dell’importo dell’investimento fatto.

Sarà possibile beneficare dell’iperammortamento in caso di acquisto di beni strumentali ad elevato contenuto tecnologico destinati a favorire i processi di trasformazione digitale promossi dal piano Impresa 4.0. Gli acquisti possono essere fatti entro il 31 dicembre 2019. Possono beneficiare dell’iperammortamento anche i beni acquistati successivamente, a patto che siano stati ordinati entro fine anno e che sia stato pagato un acconto di almeno il 20% del prezzo di vendita.

Le percentuali di maggiorazione del costo d’acquisto dipendono dall’entità dell’investimento: 

  • 150% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • 100% per investimenti compresi tra 2,5 e 10 milioni di euro;
  • 50% per gli investimenti superiori a 10 milioni di euro.

A queste percentuali si aggiunge una maggiorazione del 40% del prezzo d’acquisto dei software utilizzati per realizzare il piano di innovazione tecnologica e digitale dell’impresa.

La Legge di Bilancio 2019 specifica che l’iperammortamento è possibile solo se i beni strumentali vengono installati in strutture produttive che si trovano in Italia.

Banca IFIS Impresa

Novità per il bonus formazione 4.0

Anche per il bonus Formazione 4.0 c’è stata una proroga. Le imprese che organizzeranno per i dipendenti attività di formazione che rientrano nel quadro del piano Impresa 4.0 potranno recuperare parte della spesa sotto forma di credito d’imposta.

L’importo del credito d’imposta per le attività di Formazione 4.0 è diverso a seconda del tipo di impresa:

  • il 50% delle spese sostenute per le piccole imprese, fino a un massimo di spese ammissibili di 300.000 euro all’anno;
  • il 40% delle spese sostenute per le medie imprese, fino a un massimo di spese ammissibili di 300.000 euro all’anno;
  • il 30% delle spese per le grandi imprese, fino a un investimento massimo di 200.000 euro all’anno.
Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<

Image credit: shutterstock