Scadenze fiscali: gli adempimenti di novembre

Previsti oltre 70 versamenti d'imposta per la fine del mese

Redazione MondoPMI
0
0

Dopo le scadenze fiscali del 16 novembre è in arrivo un nuovo appuntamento con il fisco, quello del 30 novembre 2017 che coinvolge oltre 70 versamenti d’imposta per un gettito atteso intorno ai 30 mila euro.

Andando nel dettaglio, accanto alle scadenze fiscali di Irpef, Ires e Irap emerge anche quella per l’invio delle comunicazioni riguardanti le liquidazioni periodiche Iva per il terzo trimestre 2017.

Da ricordare che l’invio delle Lipe trimestrali 2017 potrà essere effettuato esclusivamente in modalità telematica, secondo le istruzioni diffuse dall’Agenzia delle Entrate, a seguito dei nuovi adempimenti Iva a partire dal 2017.

Nella data del 30 novembre che segue quella del primo tax day fissato per il 16 dello stesso mese, sarà quindi necessario versare l’imposta sostitutiva  per i contribuenti con Partita Iva in regime de minimi o forfettario, per i titolari di cedolare secca sugli affitti, Ivie e Ivafe.

I versamenti dovranno essere relativi al periodo d’imposta 2016 ovvero derivanti da dichiarazione dei redditi 2017.

TiAnticipo_Chaplin_banner_728x90

Interessati alla medesima scadenza anche i contribuenti che hanno aderito alla voluntary disclosure e alla definizione agevolata delle liti pendenti che dovranno versare la terza rata annuale, oltre agli aderenti alla rottamazione delle cartelle Equitalia e coloro che devono pagare le rate scadute a luglio e settembre.

Ma non finisce qui. Entro la scadenza del 30 novembre, infatti, sarà necessario effettuare anche il versamento del secondo o unico acconto d’imposta delle imposte dirette Irpef, Ires e Irap.

Una nota invece per i contribuenti che effettuano operazioni di cessioni o prestazioni di servizi con operatori intra-comunitari. Per loro infatti la scadenza per trasmettere il modello Intrastat non sarà il 30 novembre 2017 ma lunedì 27 novembre 2017.

L’adempimento riguarda i contribuenti con obbligo mensile o che trattano operazioni intra-comunitarie per un importo maggiore a 50 mila euro a trimestre.

Gli impegni fiscali dell’anno si concluderanno infine il 18 dicembre 2017 con la scadenza per il versamento del saldo Imu e Tasi 2017.

Ti è piaciuto questo articolo? Nella nostra newsletter trovi tutte le notizie più interessanti della settimana per il Mondo delle PMI in unico contenitore.

>> Clicca qui per iscriverti <<