Nuova tassazione per le auto aziendali ad uso promiscuo

Tassazione in aumento per le auto aziendali inquinanti ad uso promiscuo assegnate a partire dal primo luglio.

Redazione MondoPMI
0
0

Già in altri articoli abbiamo affrontato il tema delle auto aziendali e delle detrazioni legate all’uso strumentale e promiscuo del veicolo.

  • Per uso strumentale si intende l’utilizzo del veicolo in ambito aziendale, esclusivamente per il compimento delle mansioni assegnate.
  • Per uso promiscuo si intende l’utilizzo del veicolo sia ai fini aziendali che ai fini personali.
Banca Ifis

 

Nel primo caso, l’azienda può dedurre il 100% dei costi a fini Ires, mentre nel secondo caso è deducibile solo il 70%della spesa, purché:

  • L’assegnazione copra la maggior parte del periodo d’imposta
  • L’uso aziendale del veicolo sia compatibile con le mansioni del dipendente
  • L’assegnazione risulti dal contratto di lavoro

 

Oltre a prevedere delle detrazioni, l’adozione di un’auto aziendale comporta anche delle tassazioni, il cui meccanismo è stato modificato dalla Legge di Bilancio 2020. Tale legge ha stabilito un aumento della tassa sull’auto aziendale ad uso promiscuo direttamente proporzionale alle emissioni di CO2 del veicolo, per incentivare l’acquisto di automobili a basso impatto ambientale.

Le vetture di nuova immatricolazione, con valori di emissione di anidride carbonica non superiori ai 60 gr/Km, se concesse in uso promiscuo con un contratto stipulato a decorrere dall’1 luglio 2020, possono godere di una riduzione della tassazione dal 30% al 25% (del valore stabilito sulla dalle tabelle ACI).

Il valore tassabile, quindi, è sempre stabilito dalle tabelle ACI in relazione ad una percorrenza di 15mila chilometri annui, ciò che cambia è la misura nella quale si presume che il dipendente faccia uso dell’auto aziendale con scopo privato (ridotta al 25% dell’uso complessivo dell’automobile).

 

Si inasprisce, invece, la tassazione nel caso di veicoli inquinanti, attraverso l’aumento della percentuale di utilizzo del bene da destinarsi a uso personale. La modifica sembra, però, interessare solo i veicoli immatricolati a partire dal 2020 e i contratti di assegnazione stipulati dall’1 luglio 2020.

  • I veicoli con emissioni comprese tra i 61 e i 190 gr di CO2 al Km, vedranno un aumento della tassazione dal 40% al 50%
  • +10% anche per le automobili con emissioni superiori ai 190 gr/Km (dal 50% a 60%).