Obbligo di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Studio Baldassi
0
0

Scatta da oggi, 6 giugno 2014, l’obbligo di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione. Tale novità normativa avviene in via esclusiva per i documenti fiscali emessi per Ministeri, Agenzie ed enti previdenziali/assistenziali.

Per tutti gli altri uffici burocratici, l’avvio della fatturazione elettronica, previsto nell’articolo 1 della legge 244/2007, sarà anticipato 31 marzo 2015, rispetto alla data iniziale, che doveva essere il 6 giugno 2015.

Tutte le informazioni specifiche alle modalità di emissione della nuova fattura elettronica sono state elencate nel Decreto Ministeriale numero 55/2013. Tra queste, quelle più rilevanti si riferiscono:

  • esiste un periodo transitorio nel quale la Pubblica Amministrazione potrà ancora accettare le vecchie fatture tradizionali. Tale orizzonte temporale è indicato in tre mesi dalla data di entrata in vigore del nuovo adempimento normativo.
  • Ministeri, Enti previdenziali e Agenzie Fiscali potranno accettare e pagare, anche solo parzialmente, fatture cartacee emesse prima del 6 giugno 2014.
  • Data la natura delle fatture non elettroniche, il momento di spedizione e quello di ricezione delle stesse non può coincidere come succede nella nuova modalità. Per tale ragione, è necessario mettere in preventivo che dalla data di emissione a quella di verifica della fattura possono trascorrere diversi giorni e che non possono in maniera inderogabile superare il trimestre di transizione, rendendo vane le speranze di pagamento della stessa (salvo conversione in formato elettronico).

[callto]Cerchi credito per la tua azienda?[/callto]